giovedì, Maggio 6, 2021

In Circolo Gennaio 2021

Un Recovery Planet per cambiare passo. Le proposte della Società della cura

A fine aprile il governo Draghi dovrà consegnare la propria versione del Recovery Plan. Per uscire dalla crisi post-Covid serve però una strategia complessiva che cambi il modo in cui viviamo. La rete della Società della cura ha elaborato una proposta che ha messo insieme più di mille persone, suddivise in 13 tavoli tematici

“Supportare le piccole e medie imprese, coinvolgendo i territori”: le proposte di Enea sul Pnrr

L'ente pubblico di ricerca avanza osservazioni e suggerimenti sul Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Nell'intervento di Roberto Morabito viene chiesto di "incrementare sensibilmente le risorse allocate alla linea di intervento sull’economia circolare", oltre alla costituzione di un hub tecnologico

Cogliati Dezza: Pnrr perde occasione di intrecciare transizione ecologica, cultura, sicurezza, giustizia sociale

Oltre ad aver dimenticato alcuni temi – come consumo di suolo, biodiversità, impatto degli allevamenti intesivi – il Piano non coglie e non valorizza l’intreccio tra la sostenibilità ambientale e l’innovazione sociale.

“Più coraggio per addio alle fossili e su economia circolare”. Il Pnrr secondo Eleonora Evi

Puntare su rinnovabili ed economia circolare, su prevenzione e riduzione dei rifiuti. Attenti all’idrogeno blu. I desiderata dell’eurodeputata verde.

“Un approccio costruttivo anche in queste ore complicate”: Chiara Braga (Pd) ci parla del Pnrr

Chiara Braga (Pd) sul Piano nazionale di ripresa e resilienza: "Miglioreremo il Pnrr all’esame del Parlamento confrontandoci con i sindacati, le associazioni delle categorie economiche, la cooperazione, i rappresentanti del sociale e il Terzo Settore, le associazioni delle donne, i giovani, le associazioni ambientaliste e i livelli territoriali di governo"

Piano nazionale di ripresa e resilienza: la grande delusione

Nel Piano nazionale di ripresa e resilienza mancano riforme efficaci su pubblica amministrazione e giustizia: così rischiamo di perdere il grosso dei fondi. E poi il Piano è ancora inchiodato ad un modello di economia lineare. Anche i progetti incoerenti elencati nel piano sono in gran parte lontani dall’essere cantierabili