fbpx
lunedì, Maggio 27, 2024

Festival d’estate e sostenibilità in Italia. Gli imperdibili di giugno e luglio 2023

Dall'Umbria alla Sicilia, dalle isole alle montagne. Ecco una selezione dei migliori festival legati alla sostenibilità che potete seguire in Italia tra fine giugno e il mese di luglio, tra arte, natura e dibattiti

Letizia Palmisano
Letizia Palmisanohttps://www.letiziapalmisano.it/
Giornalista ambientale 2.0, spazia dal giornalismo alla consulenza nella comunicazione social. Vincitrice nel 2018 ai Macchianera Internet Awards del Premio Speciale ENEL per l'impegno nella divulgazione dei temi legati all’economia circolare. Co-ideatrice, con Pressplay e Triboo-GreenStyle del premio Top Green Influencer. Co-fondatrice della FIMA, è nel comitato del Green Drop Award, premio collaterale della Mostra del cinema di Venezia. Moderatrice e speaker in molteplici eventi, svolge, inoltre, attività di formazione sulle materie legate al web 2.0 e sulla comunicazione ambientale.

L’estate è il periodo dell’anno in cui – complice il bel tempo e la maggior disponibilità di ferie – è possibile staccare la spina dalla routine quotidiana e concedersi un po’ di relax e divertimento. Nella scelta su come trascorrere le proprie serate fuori, sia vicino casa che nel luogo di villeggiature, ognuno di noi ha un elenco di priorità con il quale vagliare le tante offerte. Uno dei criteri può ovviamente essere quello della sostenibilità, non solo per viaggi e forme di ecoturismo ma anche nell’ottica di sagre e feste locali.

Non sarà sfuggito ai più attenti come in Italia ci siano sempre più festival estivi che si concentrano sulla sostenibilità, la natura e l’ecologia. Questi eventi offrono un’opportunità unica per divertirsi, imparare e fare la differenza, promuovendo pratiche sostenibili e rispettose dell’ambiente, magari  partendo proprio da ciò che il loro territorio dona.

In questo articolo esploreremo alcuni dei festival estivi dedicati alla sostenibilità in Italia – in particolar modo quelli tra fine giugno e luglio 2023 – scoprendo le loro attività, le iniziative e il loro impatto sul fare (in)formazione ambientale e sulla comunità. Siamo sicuri che dopo aver letto questo articolo, sarete ancora più motivati a scegliere attività eco-sostenibili per le vostre vacanze estive. Nei commenti sui social… segnalateci poi gli eco festival di agosto e settembre.

Partiamo ora con quelli delle prossime settimane andando in ordine di inizio!

Umbria Green Festival 2023. 6 mesi di appuntamenti imperdibili

Non si svolge solamente d’estate ma da marzo 2023 e dura sei mesi. Parliamo dell’Umbria Green Festival, realizzato nell’ambito dell’Avviso pubblico per proposte di iniziative a supporto dell’attuazione della Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile – Vettore “Cultura della sostenibilità” (SNSVS3). Vincitore del Premio Cultura in Verde 2022 per essersi distinto per le pratiche di riduzione di CO2 sull’intero territorio dell’Umbria attraverso delle soluzioni innovative e all’avanguardia, grazie a un programma davvero fitto e interessante si pone l’obiettivo di attuare una rivoluzione copernicana che possa rimettere al centro l’ascolto dei nostri bisogni e di quelli del pianeta. Tra le tante azioni green, vi è anche la compensazione dell’impatto prodotto per un festival ad emissioni nette zero.

A Stromboli fino al 3 luglio c’è la Festa di Teatro Eco Logico

È ripartito il 24 giugno e si terrà fino al 3 luglio, stiamo parlando di uno degli appuntamenti più attesi dell’estate a Stromboli: è la Festa di Teatro Eco Logico, evento culturale unico nel panorama nazionale ed internazionale che dal 2013 ha sposato e portato tra gli abitanti e i turisti la causa ambientale invitando sull’isola scienziati, artisti e intellettuali per vivere tutti insieme un’avventura lunga 9 giorni fra cielo, terra e mare, gratuita e rigorosamente a “spina staccata”. La Festa vuol essere un’esperienza unica di contatto “senza filtri” tra uomo e natura, fra artista e spettatore grazie alla rinuncia alla corrente elettrica e quindi ad artifici tecnologici (niente microfoni, niente strutture, nessun faro puntato sul performer). In fondo trattasi di un ritorno al passato. Una  rinuncia – quella degli apporti tecnologici – “che genera ascolto, che produce meraviglia, che celebra l’essere umano nella natura non come predatore ma come interlocutore”, dicono gli organizzatori. “A spina staccata” vuol dire per gli artisti la possibilità di operare all’aria aperta, senza pareti o porte, con gli interventi più o meno prevedibili della natura, su spiagge dove la gente prende il sole o fa il bagno, in boschetti dove passano i bambini, sotto il brontolio del Vulcano. Abitanti e villeggianti sono liberi di assistere alle prove e di attraversare la scena nel corso della performance o persino di parteciparvi in prima persona.

Festa Teatro Eco Logico_Variazioni da Piramo e Tisbe all'anfiteatro Eos_festival estate 2023
Festa Teatro Eco Logico_Foto Selene Franceschi

A fare da palcoscenico è il mondo che li circonda e tutte le persone divengono protagoniste di ciò che si vive, insieme alla natura.

Per i suoi 10 anni, l’edizione 2023 ha scelto come titolo Mondi possibili, un tema declinato in circa 30 appuntamenti che – a partire dal centenario della nascita di Italo Calvino, Rocco Scotellaro e Wisława Szymborska – articolano un programma ricco e poliedrico dedicato alle “visioni” del mondo: dall’Arcadia di Torquato Tasso (con una versione site specific di “Aminta” per la regia di Alessandro Fabrizi e le musiche originali di Gianluca Misiti) alle riforme agrarie, dai progetti sociali alle utopie, tra politica scienza e fantascienza.

FestaTeatroEcoLogico_festival estate 2023
Festa Teatro EcoLogico_Foto Selene Franceschi

Quando e dove si tiene Eolie Music Fest 2023

Rimaniamo nell’arcipelago siciliano. Eolie Music Fest è un festival a vocazione musicale e di sensibilizzazione ambientale. Qui tra concerti, workshop e mostre si approfondisce il suono del mare, si stimola la conoscenza del patrimonio naturale e culturale eoliano e si sostengono associazioni green.

Il festival si tiene da giovedì 29 giugno a venerdì 7 luglio immerso nella spettacolare scenografia naturale delle Isole Eolie. Oltre al ricco cartellone di eventi musicali in programma, chi si troverà in questo spicchio di paradiso non potrà perdere gli incontri a vocazione turistica e sostenibile, pensati per avvicinare il pubblico e la popolazione eoliana alla conoscenza dei luoghi e alla necessità di rispettarle.

Tra coloro che si esibiscono vi è anche Corally, talentuosa cantautrice che, integrando sonorità pop a suoni che appartengono alle voci del mare (megattere, capodogli, etc), vuole richiamare l’attenzione degli ascoltatori sulla necessità di difendere e proteggere la parte blu del pianeta. Corally risulta essere peraltro il primo progetto discografico in Italia a donare i diritti delle sue canzoni alla ong Sea Shepherd, organizzazione internazionale per la protezione dei mari che opera in campagne di azione diretta per difendere la fauna e proteggere gli oceani dallo sfruttamento illegale e dalla distruzione ambientale. Come dire… la sostenibilità suona proprio bene.

Tra i tanti appuntamenti anche l’apertura della prima Area Marina Protetta dell’arcipelago eoliano. Nei giorni del festival sarà possibile visitare le Corallo Rooms, vere e proprie “camere del mare” aperte al pubblico e promosse dall’Arpa Sicilia. L’obiettivo di tali spazi è di stimolare la conoscenza del patrimonio naturale (con particolare attenzione agli ecosistemi terrestri e marini) e culturale del territorio eoliano.

Quando è SEIF 2023 e qual è il tema di quest’anno

Dal 30 giugno al 2 luglio sull’isola d’Elba si tiene la quinta edizione il festival internazionale dedicato alla salvaguardia e alla valorizzazione del mare e della sua essenza. Il Sea Essence International Fest 2023 – organizzato dalla Fondazione Acqua dell’Elba e da Acqua dell’Elba Società Benefit – ha come tema le “Transizioni”. Gli eventi e gli incontri hanno quindi al centro del dibattito la necessità di integrare la transizione ecologica in nuovi equilibri ambientali, economici e sociali.

A fare da sfondo alla manifestazione sarà Marciana Marina. L’antico borgo marinaro ospiterà workshop, laboratori, incontri, serate a tema e spettacoli – tutti gratuiti – che stimoleranno i partecipanti sulla necessità di integrare la transizione ecologica in nuovi equilibri ambientali, economici e sociali. L’intento è approfondire riflessioni, proposte e progettualità pensate per raggiungere gli obiettivi di sostenibilità dell’Agenda 2030 e applicarle all’ecosistema marino e insulare, le cui peculiarità possono aprire nuove sfide e opportunità a livello nazionale ed internazionale.

Il festival sarà articolato su tre giorni e prevede attività educative e ludiche per i bambini ma anche esperienze per i più grandi su tematiche legate al mare e alla sua salvaguardia e valorizzazione, seminari di approfondimento e serate a tema con musica ed esibizioni.

Quali sono gli ospiti del Mountain Future Festival 2023 sull’Altopiano della Paganella

Se amate la montagna delle Dolomiti non potrete non prendere appunti: da luglio (l’11 per l’esattezza) a ottobre 2023 sull’Altopiano della Paganella  si terrà la quinta edizione del Mountain Future Festival: il futuro della montagna partendo “dal cuore e dal pensiero”, manifestazione dedicata alla montagna e ai suoi possibili futuri dal punto di vista ambientale, economico, turistico e di qualità della vita per i residenti, gli ospiti e i lavoratori.

Gli appuntamenti del festival –  nato per riflettere sul futuro della montagna – ha in programma tante  iniziative che coinvolgeranno cantautori, giornalisti, scrittori, sportivi ed esperti di clima, ambiente e salute.

Al centro del festival numerosi dibattiti, passeggiate, mostre e incontri organizzati per riflettere sui limiti che dobbiamo porci per vivere in equilibrio con la natura, adottando nuovi stili di vita, valorizzando le relazioni con l’ambiente naturale e le altre persone. Il tutto partendo “Dal cuore e dal pensiero…”, così come suggerito dal titolo dell’evento che vedrà protagonista il celebre cantautore Niccolò Fabi, appuntamento previsto per il 20 agosto nella cornice di Pian dei Sarnacli, ad Andalo.

Tra i tantissimi ospiti, oltre a Fabi, anche Mario Tozzi, Massimiliano Ossini e Maria Concetta Mattei.

Leggi anche: Riapre la Casa del Parco dell’Adamello per incontrare e sperimentare sostenibilità

RisorgiMarche: le albe più belle al ritmo della natura

RisorgiMarche è un Festival davvero speciale, di solidarietà per la rinascita delle comunità colpite dal sisma del 2016, ideato e promosso da Neri Marcorè. La partecipazione si rivela una sorta di pellegrinaggio laico, un elogio alla lentezza, un modo per riconciliarsi con la natura, non da soli ma ricreando una comunità e per sostenere i territori, le persone e le aziende colpite dal terremoto che devastò molte aree marchigiane.

I luoghi non sono casuali ma avviene sulla base della rappresentatività, della bellezza, della sicurezza ed è imprescindibile dalla tutela della biodiversità.

La musica a RisorgiMarche dà il ritmo alle emozioni e alle iniziative di solidarietà. Fondamentali sono i contributi di grandi artisti del panorama musicale italiano ed internazionale, e il lavoro appassionato di molte persone, a cominciare dal suo ideatore Neri Marcorè, oltre che di quanti sostengono anche economicamente l’evento. La sostenibilità ambientale è un elemento presente in ogni azione. I concerti si tengono su un prato o in un borgo e sono raggiungibili dal pubblico – di tutte le età – attraverso un percorso di qualche chilometro da coprire esclusivamente a piedi o in bicicletta.

L’iniziativa riesce a richiamare migliaia di persone che si mettono in cammino per vivere una giornata all’insegna della lentezza, immersi nella bellezza della natura, al fine di sostenere moralmente e concretamente chi è impegnato nello sforzo di ripartire.

Quando sarà il primo concerto? Il 13 luglio!

Festambiente Sud 2023 dedicato all’acqua. Tra gli ospiti Gilberto Gil

Torna Festambiente Sud, il festival itinerante di Legambiente per il Sud Italia, che ha in programma concerti, cammini, forum e agrifood in varie località del Gargano dal 13 luglio al 5 agosto. Più che un festival, un’eccellenza che, come si evince dal nome, nasce con l’obiettivo di diffondere, attraverso la musica e numerose attività ed esperienze culturali, una maggiore consapevolezza ambientale.

Oltre a cultura e informazione anche intrattenimento e ovviamente musica!

Il tema del 2023? Non poteva non essere l’acqua o per l’esattezza “Arsura. Vincere la sete del pianeta”, l’ecofest affronterà con diversi linguaggi la crisi della risorsa più importante per la vita, raccontando lo stato dei fiumi in Europa, come la “sete” stia distruggendo diverse colture. Si approfondiranno anche temi quali i cambiamenti climatici, l’aumento indiscriminato dei consumi, la distruzione degli ecosistemi naturali, il ritardo nell’applicazione di regole per l’utilizzo razionale della risorsa idrica. Tutto ciò ha contribuito oggi a ingenerare una situazione drammatica che non coinvolge più solo i paesi della fascia tropicale e subtropicale, ma investe l’intero pianeta. Non ci si fermerà solamente a fotografare i tanti problemi correlati alla siccità. Si parlerà anche di cosa bisogna fare tant’è che il sottotitolo dell’edizione 2023 è “Vincere la sete del pianeta”, per analizzare le strategie per uscirne.

Per la parte di intrattenimento sono intanto state svelate le prime anticipazioni della sua diciannovesima edizione, partendo dal gran finale: Amazzonia, progetto speciale dedicato al Brasile che da lunedì 31 luglio a venerdì 4 agosto a Vieste vedrà protagonisti Gilberto Gil, Céu, Barbara Casini e Javier Girotto, As Madalenas e Gabriele Mirabassi, Marcos Valle, Chiara Civello e Jacques Morelenbaum con l’Orchestra della Magna Grecia, Dj Meme. Per conoscere il programma, date e luoghi delle tappe:

Ne conoscete altri magari che si terranno ad agosto e settembre? Scrivetelo nei commenti sui post social!

Leggi anche: L’Abruzzo come l’Islanda. I concerti in natura (e in alta quota) che rispettano l’ambiente

© Riproduzione riservata

spot_img

POTREBBE INTERESSARTI

Ultime notizie