fbpx
martedì, Settembre 21, 2021

BIO

Daniele Di Stefano

38 POSTS
Giornalista, scrive per diverse testate. È convinto che la sostenibilità ambientale abbia a che fare con la salute (del pianeta e la nostra), con l’innovazione e la competitività delle imprese, con la qualità della vita e la giustizia sociale.

Dai rivenditori dei materiali una spinta all’economia circolare dell’edilizia

È nato il consorzio REC, che trasforma la rete di rivenditori edili in punti di raccolta dei rifiuti di costruzione e demolizione facendone un anello importate per chiudere il cerchio

“All’Italia manca la capacità di dialogare”. A colloquio con l’economista Antonio Massarutto

Docente di Economia applicata a Udine, esperto di servizi pubblici, ci racconta perché ogni opera - dalla Tav ai gasdotti alle infrastrutture per i rifiuti – diventa il detonatore di conflitti più ampi che vanno ben oltre l’opera da realizzare. E ci indica la soluzione: la partecipazione

Tutta l’economia circolare che c’è nel Piano per la transizione ecologica

Rispetto al Pnrr, in cui si parla solo di rifiuti, nella proposta di Piano di transizione ecologica redatta dal MiTe fanno la loro comparsa concetti – familiari ai lettori di Economiacircolare.com – come l’ecodesign, l’allungamento della vita dei prodotti, il prodotto come servizio, la condivisione. Grande assente il riuso (se non si tratta di imballaggi). E manca l’indicazione di obiettivi specifici (a parte l’uso circolare dei materiali: dal 19% attuale al 30% entro il 2030).

Economia circolare, se i tempi per gli impianti non vanno d’accordo con quelli del Pnrr

Il Rapporto 2021 sul coordinamento della finanza pubblica della Corte dei Conti ontiene un’analisi preoccupante dei tempi di realizzazione degli impianti per i rifiuti urbani, soprattutto per quelli di trattamento. “È necessario semplificare”, sottolinea la Corte

Buone idee per rafforzare i sistemi di responsabilità estesa del produttore

Una ricerca condotta da Sofies per Erion analizza i sistemi EPR in Europa e nel mondo e identifica le iniziative utili a renderli più efficaci economicamente ed ambientalmente

Tracciabilità dei rifiuti: si riparte dal RENTRi, il nuovo registro elettronico nazionale

Dopo la pessima esperienza del Sistri l’Italia, seguendo le indicazioni europee dal pacchetto sull’economia circolare, sta per avviare la sperimentazione di un nuovo sistema per la tracciabilità che riparte dalla collaborazione con le imprese. Ruolo fondamentale, oltre alla sperimentazione, lo avranno i decreti attuativi del ministero

L’Ue esporta il 70% in più di rifiuti riciclabili in 15 anni. Perdiamo materie prime preziose?

Eurostat certifica un aumento del 70% nell’export di “rifiuti e rottami riciclabili, nonché materie prime secondarie”. Cerchiamo di capire cosa c’è dietro queste cifre e se l’Europa sta rinunciando a materiali preziosi

L’Italia importa 7 milioni di tonnellate di rifiuti speciali: sono materie prime per le nostre imprese

Lo racconta il Rapporto rifiuti speciali 2021 dell’ISPRA: siamo un importatore netto, ma esportiamo anche carta e plastica

Decreto semplificazioni? Per l’economia circolare solo un maquillage, mentre si agevola l’incenerimento

Affidato alle Camere per la conversione, il decreto sulla governance del Pnrr e le semplificazioni approvato dal governo il 31 gennaio considera l’economia circolare solo come una questione di rifiuti, e non semplifica se non l’incenerimento del CSS

10 anni fa il referendum che ha fermato, finora, il nucleare e provato ad estromettere privati e profitti dalla gestione dell’acqua

25 milioni di persone il 12 e 13 giugno 2011 votarono sì ai quattro referendum su acqua, nucleare, legittimo impedimento. Come andarono le cose? Cosa ne è oggi di quei voti?
Scopri la piattaforma ICESP