fbpx
lunedì, Maggio 27, 2024

Gli eco-concept di Ecodesign the future

Lion, recycling vapes, è un concept che pone l’attenzione sulle batterie agli ioni di litio presenti all’interno delle vapes (e-cig): si tratta di sigarette elettroniche usa e getta caratterizzate da svariati colori e gusti, la cui durata corrisponde al consumo di un pacchetto di sigarette. In Italia sono 1,4 milioni gli acquirenti di questi dispositivi, ma solo l’8% dei consumatori ne conosce il corretto smaltimento: quello dei RAEE. Spesso si trovano nell’indifferenziata o disperse nell’ambiente, dove possono causare incendi.

Lion si propone dunque come il posacenere del futuro. L’approfondimento alla base del progetto si è incentrato sulla struttura dell’e-cig con particolare attenzione alla composizione interna: la batteria infatti non risulta facilmente estraibile ma si è ipotizzato un prototipo che ottimizzi la separazione della batteria, anche in vista del nuovo Regolamento europeo.

Il concept vuole che, una volta terminata, la batteria del dispositivo venga separata dall’involucro e gettata in un apposito contenitore presente nelle stesse tabaccherie, dove è possibile raccogliere anche l’involucro in un comparto differente.

Il progetto ha ipotizzato anche un’app che faciliti l’accesso ai raccoglitori portando così ad un risparmio di tempo.

“Nel Regno Unito vengono buttati due vaporizzatori usa e getta al secondo. All’interno di queste vapes è presente una batteria al litio: vengono utilizzate quindi 10 tonnellate di litio all’anno che equivalgono alle batterie di 1200 veicoli elettrici”.

ll linguaggio espressivo utilizzato rimanda al mondo pop: come design è stato utilizzato un gelato sciolto così che possa risultare riconoscibile all’interno delle tabaccherie.

Lion permetterà all’utente di agire in modo più consapevole e più responsabile, di imparare, ridurre i rifiuti e di risparmiare tempo.

Davide Caddia, laureato in Ingegneria edile architettura presso l’Università di Pisa

Gaia Patané, laureata in ingegneria dell'Energia Elettrica presso Alma Mater Studiorum, Università di Bologna

Linda Volta, laureata in chimica presso Alma Mater Studiorum, Bologna