Designing out waste

    0
    31

    Designing out waste (DoW) vuol dire progettare senza rifiuti, ossia utilizzare le risorse disponibili nella maniera più efficiente possibile in fase di progettazione di un prodotto, con lo scopo di minimizzare la quantità di materie utilizzate.

    Progettare per riutilizzare

    Questo approccio innovativo, che punta quindi a progettare e a produrre riducendo la quantità di scarti, aiuta anche i progettisti a capire l’importanza di valutare l’intero ciclo di vita del prodotto. Oltre a ridurre l’inefficienza nell’utilizzo di risorse, ideare in quest’ottica consente ai prodotti di essere riutilizzati, riparati più facilmente e riciclati per fornire nuove risorse.

    L’approccio DoW è molto utilizzato nel settore delle costruzioni: in questo contesto si punta a implementare strategie che in tutte le fasi di costruzione e nell’arco di vita di un edificio riescano a minimizzare o a elimininare gli scarti tramite l’utilizzo efficiente dei materiali. 

    Strategie per progettare senza rifiuti

    Il Waste & Resource Action Programme UK (Programma d’azione rifiuti e risorse) ha definito 5 strategie per ridurre gli scarti da costruzione destinati a discarica, strategie applicabili anche in altri settori:

    • design per riuso e recupero, utilizzare materiali e componenti che potrebbero essere facilmente riutilizzati in prodotti futuri o utilizzare materiali riciclati
    • design per prefabbricazione, far divenire il processo di produzione e costruzione un rapido assemblamento di parti prodotte altrove, fornendo dei benefici come la riduzione di errori e rilavorazioni che producono scarti
    • design per l’ottimizzazione dei materiali, la progettazione si focalizza sull’uso efficiente delle risorse per utilizzare meno materiali e/o produrre meno scarti nei processi, senza compromettere il concetto iniziale o le prestazioni
    • design per l’ottimizzazione delle forniture per ridurre gli scarti, coinvolgere i progettisti nei processi per contribuire allo sviluppo di strategie per la riduzione di scarti nella filiera e per affiancare nel monitoraggio dei processi affinché avvengano nella maniera più appropriata
    • design per decostruibilità e flessibilità, considerare l’analisi sull’intero ciclo di vita per assicurare che si progetti tenendo in considerazione il fine uso, progettando per un facile disassemblamento o rinnovamento