fbpx
giovedì, Maggio 30, 2024

La montagna d’inverno ai tempi della crisi climatica: che attività fare senza neve (o quasi)

La montagna senza neve? Piena di opportunità turistiche, tra escursioni in ciaspole, gite con fat bike, climbing, tour enogastronomici

Ludovica Nati
Ludovica Nati
Social media manager, copywriter, blogger e fotografa paesaggista. Collabora con diverse realtà i cui ambiti spaziano dalla sostenibilità ambientale alla medicina, dalla promozione territoriale e turistica alle aziende di servizi o di trasporti. Digital strategy, gestione social, redazione di testi SEO, copywriting, consulenza 2.0 e creazione di contenuti fotografici e grafici sono i suoi principali ambiti di competenza. Fa parte del network di Eco Connection Media

L’inverno in corso sta mettendo tutti (o quasi) di fronte all’evidenza del riscaldamento globale che avanza sempre di più. Le temperature oltre la media che si stanno registrando in Italia stanno rendendo sempre più difficoltosa la vita lavorativa alle località montane, destinazioni preferite dagli appassionati di sport invernali, a causa della scarsità di neve.

Per questo, in molti stanno ricorrendo smisuratamente all’utilizzo della neve artificiale che, oltre ad avere un gravoso impatto ambientale ed economico (ve ne abbiamo parlato in questo approfondimento) in caso di temperature medie troppo alte non riesce neppure a formarsi! E se vi dicessimo che in montagna in inverno non è per forza necessaria la neve per fare attività e goderci la natura e i meravigliosi panorami che ci regala? Ecco alcuni esempi di cosa fare in montagna durante la stagione invernale anche senza abbondanti nevicate ad imbiancare le piste da sci.

Escursioni a piedi o ciaspolate per riconnettersi con se stessi

L’attività, senza dubbio, più gettonata e alla portata di tutti in ogni stagione dell’anno sono le escursioni, ideali per passare del tempo immersi completamente nella natura. Che siano in pianura, ad anello, con più o meno dislivello, le escursioni sono un must quando si parla di montagna. Se la strada da percorrere sarà con poca neve potete valutare, a seconda del caso e consigliati da eventuali esperti e guide, se optare per l’utilizzo di ciaspole o se vi bastino degli scarponi tecnici, in grado di proteggervi da possibili cadute e scivoloni. In caso di totale assenza di neve delle scarpe adatte alla stagione e al terreno da percorrere saranno invece più che sufficienti.

In ogni caso, il consiglio, se non si è esperti, è di affidarsi ai consigli di guide, esperti o alle aziende per il turismo per scegliere gli accessori e i percorsi più adatti a seconda delle giornate e del vostro livello di preparazione.

Leggi anche: Neve a tutti i costi: l’impatto ambientale di quella artificiale

Oltre lo sci: pattinaggio su ghiaccio, climbing e altre attività

La montagna in inverno non è solo sci, già ve ne avevo parlato lo scorso anno in un approfondimento dedicato alla sostenibilità in alta quota, ma quali sono gli sport praticabili quando la neve non c’è o scarseggia?

Se volete rimanere al chiuso, in molte località turistiche montane sono spesso presenti palazzetti con piste per il pattinaggio sul ghiaccio. Se le temperature lo permettono, poi, è possibile provare a volteggiare anche su laghi ghiacciati. Se invece preferite stare all’aria aperta perché non optare per l’arrampicata? Che sia su roccia o su ghiaccio la proposta è molto ampia: dalle scuole per chi vuole iniziare ad approcciarvisi ai percorsi attrezzati, dai più semplici ai più estremi.

Come non nominare la bicicletta, poi? Se la neve proprio non c’è potete utilizzare una classica mountain bike mentre in caso di presenza di neve o strada ghiacciata la soluzione può essere una e-bike con ruote chiodate o una fat bike, per non rinunciare, così, ad una pedalata respirando l’aria fresca di montagna.

Se siete amanti degli sport più estremi, un volo in deltaplano o un lancio con il parapendio potrebbero fare al caso vostro.

Rilassarsi alle terme o nei centri benessere

Cosa c’è di meglio che rilassarsi in una piscina calda dopo un’intensa giornata di attività all’aria aperta in alta quota? In particolare nel nord Italia, gli impianti termali e i centri benessere sono un’attrazione molto frequentata ma non solo dagli sportivi per rigenerarsi, c’è anche chi opta per una vacanza rilassante di qualche giorno da passare interamente tra trattamenti benessere, idromassaggi e piscine riscaldate osservando panorami mozzafiato.

Negli ultimi tempi, poi, vi sono alcune strutture che man mano stanno scegliendo la via della sostenibilità, ad esempio installando pannelli fotovoltaici o apparecchiature utili per il risparmio energetico, ma anche scegliendo di servire nel proprio ristorante solo cibo di stagione o di utilizzare prodotti per le pulizie e l’igiene personale eco-friendly.

Leggi anche: “Alla favola dell’oro bianco non credono più nemmeno i montanari”

Mangiare… con vista e con gusto

Esiste qualcosa di più bello che gustarsi un piatto caldo osservando la natura incontaminata che ci circonda? Pur senza neve, gli impianti di risalita e i rifugi in quota sono infatti aperti, utilizzabili e raggiungibili. Voi direste di no ad un tagliere di polenta o a della pasta fresca condita con prodotti di stagione da mangiare davanti ai panorami montani?

Uno dei momenti più belli della giornata è indubbiamente il tramonto ma gli impianti di risalita, purtroppo, chiudono sempre prima che cali il sole, quindi gustarsi un tramonto durante un aperitivo potrebbe non essere sempre possibile (a meno che non dormiate in rifugio). Consapevoli di questa “mancanza”, però, le località turistiche si stanno attrezzando organizzando degli aperitivi e cene in quota con prodotti locali da svolgere in collaborazione tra le Aziende di promozione turistica (APT), i gestori di impianti, gli alberghi e i produttori, che facciano scoprire non solo le bontà e bellezze del luogo, ma che raccontino anche usanze e tradizioni.

Castelli, rocche e musei (anche a cielo aperto): vivere la cultura in montagna

Le comunità montane sono spesso ricche di storia e tradizioni da raccontare, che sia attraverso le vie dei caratteristici paesini, i musei o i palazzi e monumenti storici.

Per non parlare di quando natura e storia si incontrano facendoci respirare e immergere completamente nella storia: penso, ad esempio, per il nord Italia alle trincee della Prima Guerra Mondiale o a Rocca Calascio in Abruzzo.

Insomma, con questo articolo volevamo dimostrarvi che anche senza neve le attività da fare in montagna in inverno sono diverse e davvero adatte per ogni gusto. Se vi venissero altre idee segnalatecele nei commenti sui social!

© Riproduzione riservata

spot_img

POTREBBE INTERESSARTI

Ultime notizie