fbpx
sabato, Dicembre 5, 2020

Standardizzazione

Economia Circolare
Economia Circolare
Redazione EconomiaCircolare.com

È l’attività che studia, elabora, approva e pubblica le norme tecniche. Una norma tecnica è un documento che definisce “come fare bene le cose” garantendo prestazioni certe di qualità e sicurezza per materiali, prodotti, processi, servizi, persone e organizzazioni, in un’ottica di sostenibilità ambientale, economica e sociale.

Le tipologie di norme tecniche

Come specificato nell’articolo 2 del Regolamento UE 1025/201211 la norma è “la specifica tecnica adottata da un organismo di normazione riconosciuto, per applicazione ripetuta o continua, alla quale non è obbligatorio conformarsi, e che appartenga a una delle seguenti categorie”:

  • norma internazionale: una norma adottata da un organismo di normazione internazionale;
  • norma europea: una norma adottata da un’organizzazione europea di normazione;
  • norma armonizzata: una norma europea adottata sulla base di una richiesta della Commissione ai fini dell’applicazione della legislazione dell’Unione sull’armonizzazione;
  • norma nazionale: una norma adottata da un organismo di normazione nazionale.

La normazione in Italia

In Italia è svolta – per tutti i settori tranne quello strettamente elettrico – da UNI Ente Italiano di Normazione sotto la vigilanza del Ministero dello Sviluppo economico (Direzione Generale per il mercato, la concorrenza, la tutela del consumatore e la normativa tecnica) ai sensi del Decreto Legislativo 223/2017 e del Regolamento (UE) 1025/2012. UNI rappresenta l’Italia rispettivamente nell’organizzazione di normazione europea CEN e in quella internazionale ISO.

Scopo della normazione è contribuire al miglioramento dell’efficienza e dell’efficacia del sistema socioeconomico, fornendo gli strumenti di supporto all’innovazione, alla competitività, alla tutela dei consumatori e alla protezione dell’ambiente.

La normazione può colmare – con soluzioni condivise – gli ambiti privi di obblighi inderogabili, nonché semplificare il quadro regolamentare con appropriate integrazioni in cui il legislatore affida alla normazione la definizione degli elementi sufficienti al raggiungimento degli obiettivi obbligatori, ma la scelta se applicare o meno le norme tecniche resta sempre volontaria, a meno che ciò non sia prescritto in modo specifico.

Scopri la piattaforma ICESP
- Advertisement -

Ultime notizie

L’Europarlamento approva la risoluzione sul diritto alla riparazione. “Ora va cambiato il sistema”

Con una serie di obblighi per le case produttrici di dispositivi elettrici ed elettronici. il parlamento europeo ha approvato una risoluzione che rafforza il Right to Repair. Un passo in avanti contro l'obsolescenza programma e la riduzione dei rifiuti Raee. Il prossimo passo spetta alla Commissione

Genova Smart Week, il contributo delle città per l’economia circolare

Finora i centri urbani sono stati più consumatori di risorse e produttori di rifiuti che sistemi in grado di riutilizzare e valorizzare materiali e scarti. Eppure si può fare molto, come ha ribadito il panel che ha visto al centro del confronto il capoluogo ligure. “Ambiente ed economia non sono più contrapposte”

Bioplastiche, approvato lo statuto del consorzio Biorepack

Con la pubblicazione del decreto sulla Gazzetta Ufficiale, il consorzio entra a far parte della filiera Conai. Un settore d’eccellenza, quello delle bioplastiche, con Biorepack che racchiude da sola 252 aziende, 2600 addetti, 700 milioni di euro di fatturato. “Per rafforzare la leadership nel settore della bioeconomia circolare”

Se l’analisi Lca serve a non abbandonare la plastica monouso

Secondo un’indagine commissionata dal movimento Break free from plastic alla società Eunomia, l’analisi del ciclo di vita degli imballaggi in plastica spesso è distorta e serve alle aziende per non abbandonare l’usa e getta. Un’ombra pesante su uno strumento prezioso per valutare l’impatto delle scelte produttive

Oggi è il Circular Monday, l’anti Black Friday che incoraggia le alternative circolari

Nel pieno della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, dalla Svezia torna l'iniziativa che al consumismo sfrenato del "venerdì nero" contrappone una giornata che pone l'accento sui consumi utili e necessario, all'insegna del riciclo e del riutilizzo. Quali sono le vostre scelte circolari?