giovedì, Maggio 26, 2022

BIO

Serena Tarabini

3 POSTS
Biologa, docente, ha conseguito un dottorato di ricerca presso il Dipartimento di Ingegneria Civile Edile Ambientale dell'Università La Sapienza con una tesi sui conflitti ambientali. Ha vissuto in Messico e Turchia. Autrice radiofonica e collaboratrice per varie testate su questioni estere e tematiche scientifiche ed ambientali, dal 2020 è giornalista pubblicista. Ha diretto la rivista on line per adolescenti "8 pagine". Insegna materie scientifiche presso il Liceo Marconi di Milano. La natura è la sua più grande passione.

Dall’antichità all’Ucraina, breve storia delle guerre per l’acqua

L'acqua continua a essere una risorsa decisiva e sempre più a rischio, tra siccità, contaminazione e sprechi. Con la crisi climatica che è destinata ad aumentare il già considerevole numero di conflitti in corso

Olimpiadi Milano-Cortina 2026, saranno sostenibili tutte queste infrastrutture? Parte 2

Nella seconda parte di questo approfondimento dedicato alla sostenibilità delle Olimpiadi Invernali 2026 assegnate al tandem Milano-Cortina, dopo aver raccontato cosa è in programma nei territori montani lombardi dove si svolgeranno parte delle gare, andiamo a vedere i progetti infrastrutturali che interessano le altre due regioni sedi di gare: il Veneto e il Trentino- Alto Adige

Olimpiadi Milano-Cortina 2026, saranno sostenibili tutte queste infrastrutture? Parte 1: Lombardia

Prima puntata di un approfondimento dedicato a quanto sta avvenendo nei territori montani che ospiteranno le Olimpiadi Invernali del 2026, dove i progetti programmati stanno delineando un quadro diverso da quello presentato sulla carta dal CIO con un programma improntato alla trasparenza e sostenibilità. Si parte dalle Alpi Retiche, in Valtellina, dove le associazioni ambientaliste locali sono in allarme per i piani di ampliamento delle strade e degli impianti di risalita
Scopri la piattaforma ICESP