fbpx
giovedì, Maggio 30, 2024

Gli eco-concept di Ecodesign the future

Digital Battery Platform è una piattaforma digitale volta a consolidare l’attuale second-life market e a favorire il reperimento e il riciclo delle materie prime e del prodotto finito, mettendo in connessione tutti gli attori della filiera. Ogni attore sarà connesso attraverso un account dedicato e totalmente personalizzabile a seconda delle esigenze operative e di business, e potrà acquistare o vendere batterie e materie prime seconde all’interno del marketplace.

Ad esempio, un produttore di veicoli elettrici potrà vendere le batterie a fine vita che avranno così la possibilità di essere acquistate da un impianto di trattamento, per riciclarne le materie prime seconde, o da un centro di second-life, per eseguire le operazioni di preparazione per applicazioni di storage.

Il Passaporto Digitale, – previsto dal nuovo Regolamento batterie dell’Unione europea per il 2026 – contenente i dati principali di ogni batteria, accompagnerà ogni inserzione fungendo da elemento facilitatore nella compravendita. I dati generati saranno così a disposizione dei consorzi e dei decisori politici. Infine, per ridurre l’inquinamento digitale legato alla piattaforma, verranno applicati dei princìpi di ecodesign che consentiranno anche di ridurre le emissioni di CO2.

“Abbiamo cercato un sistema, per incentivare da una parte la raccolta delle batterie così da avere dei volumi di riferimento su cui fare anche delle attività di pianificazione, dall’altra la seconda vita, quindi un second market, un aggregatore centrale che permettesse di costruire un modello di business circolare”.

La piattaforma è in grado di garantire la tracciabilità, contribuendo nella responsabilità estesa del produttore (EPR). I dati consentono l’ottimizzazione dei flussi e la clusterizzazione. Permette inoltre di monetizzare il valore residuo latente.

Il progetto mira a generare dati di analisi, aumentare il tasso di riciclo e i volumi per gli impianti di riciclo. Vuole consolidare il second-life market, riducendo l’approvvigionamento extra UE.

Martina Calò, laureata in Economia Circolare presso Università della Tuscia di Viterbo

Sebastiano Salvan, laureato in Scienze e Tecniche della Comunicazione Grafica e Multimediale presso l'università IUSVE di Mestre (VE)

Mattia Scapinello, laureato in Ingegneria Meccanica presso l’Università degli studi di Padova e in Design industriale, e di prodotto - Creative designer in progettazione e comunicazione del prodotto - presso Scuola italiana design (SID)