martedì, Marzo 2, 2021
- Advertisement -

TAG

recovery plan

“Supportare le piccole e medie imprese, coinvolgendo i territori”: le proposte di Enea sul Pnrr

L'ente pubblico di ricerca avanza osservazioni e suggerimenti sul Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Nell'intervento di Roberto Morabito viene chiesto di "incrementare sensibilmente le risorse allocate alla linea di intervento sull’economia circolare", oltre alla costituzione di un hub tecnologico

Giovani ed economia circolare: il progetto dei Global Shapers per migliorare le città

Da 10 anni i giovani nati dal World Economic Forum promuovono l’economia circolare, l’innovazione e l’inclusione sociale: oggi si trovano in oltre 400 città in tutto il mondo, di cui 10 italiane. E al nostro giornale hanno rilasciato un'intervista sui prossimi progetti, tra lotta al fast fashion e calcolo della CO2

“No a inceneritori ed estrazioni di gas nel Pnrr”. Gli orientamenti della Commissione UE

Il documento della Commissione si basa sul principio DNSH: “do no significant harm”, ovvero “non arrecare un danno significativo”. Stabilisce sei obiettivi ambientali, di cui i governi dovranno tener conto nell'elaborazione delle singole misure, oltre alle già note Via e Vas. Un monito anche per il governo Draghi

L’appello di Asvis: “Il Recovery Plan pensi ai giovani come risorsa da valorizzare”

Il nascente governo ritoccherà il Piano nazionale di ripresa e resilienza. E l’Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile ha deciso di coinvolgere una vasta rete di associazioni giovanili per dare voce a chi vivrà gli effetti di quel Piano. Ecco proposte e prese di posizione delle realtà coinvolte dal think tank guidato da Enrico Giovannini

Ok del Parlamento Ue al Piano d’azione per l’economia circolare. Cosa cambia per l’Italia?

Con un voto a larga maggioranza il Circular Economy Action Plan passa al Consiglio. Tante le misure approvate, come quelle sul diritto alla riparazione o sul greenwashing dell'aziende. Si punta poi alla prevenzione e alla riduzione di rifiuti, che dovrà essere un indirizzo per il Recovery Plan italiano

“Più coraggio per addio alle fossili e su economia circolare”. Il Pnrr secondo Eleonora Evi

Puntare su rinnovabili ed economia circolare, su prevenzione e riduzione dei rifiuti. Attenti all’idrogeno blu. I desiderata dell’eurodeputata verde.

A cosa serve il Pnrr, a stabilizzare la crisi o trasformare la società?

L'intervento di Marco Bersani si focalizza sul bivio di fronte al quale ci ha posto la pandemia e che, a suo dire, "non prevede soluzioni di compromesso". E invece il PNRR appare "privo di una visione, costruito come una ordinaria legge di bilancio, dove ognuno cerca di portare a casa qualcosa per il proprio settore"

Fabrizio Barca: “Il Recovery plan? Tanti pezzi che ancora non costruiscono la macchina”

Il coordinatore del Forum Disuguaglianze e Diversità descrive il Piano italiano un ‘cerchio da chiudere’ e dà suggerimenti: dalle condizionalità per i finanziamenti ai tavoli di partenariato fino alla rigenerazione della PA. "Così cesserà di essere un gelido documento burocratico per diventare visionario"

Il Recovery Plan è un’occasione per trasformare in meglio il Paese. Non la sprechiamo

Il parere di Rossella Muroni, vicepresidente dalla Commissione ambiente dalla Camera, sul Piano nazionale di ripresa e resilienza. "È stato privilegiato un approccio tecnico-ragionieristico invece di costruire una visione complessiva. Ora spazio agli interventi migliorativi delle Camere e delle parti sociali"

Sequestro di carbonio, il progetto Eni esce dal Recovery. “Ecco perché non ha nulla di circolare”

Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza non prevede la tecnologia CCS (cattura e stoccaggio di carbonio) che il cane a sei zampe vuole applicare a Ravenna. Per Gianni Silvestrini, direttore scientifico del Kyoto Club, “bisogna puntare sulle rinnovabili”. Per i sindacati “non ci sono altre strade per la decarbonizzazione”

Latest news

- Advertisement -