fbpx
giovedì, Maggio 30, 2024

7 influencer da seguire per una cucina all’insegna della sostenibilità

Dagli antipasti ai dolci, dagli ingredienti agli strumenti, da Tessa Gelisio a Franco Aliberti, 7 influencer per imparare i segreti della cucina green

Ludovica Nati
Ludovica Nati
Social media manager, copywriter, blogger e fotografa paesaggista. Collabora con diverse realtà i cui ambiti spaziano dalla sostenibilità ambientale alla medicina, dalla promozione territoriale e turistica alle aziende di servizi o di trasporti. Digital strategy, gestione social, redazione di testi SEO, copywriting, consulenza 2.0 e creazione di contenuti fotografici e grafici sono i suoi principali ambiti di competenza. Fa parte del network di Eco Connection Media

Cucina e sostenibilità, un binomio che sta richiamando sempre di più l’attenzione del grande pubblico. Ed è proprio da qui che riparte la nostra rubrica sugli influencer del mondo della sostenibilità da seguire sui social network! Tra ricette antispreco, consigli sulla corretta conservazione del cibo e un occhio attento alla stagionalità e alla filiera di provenienza dei prodotti con cui preparare le nostre pietanze, ecco alcuni profili che abbiamo selezionato per voi per ispirarvi nella creazione di nuovi piatti all’insegna della sostenibilità.

Leggi anche: 10 influencer green da seguire per imparare a vivere in maniera sostenibile 

Tessa Gelisio

“Ambientalista, conduttrice, produttrice di vino”. Cosí si definisce Tessa Gelisio sui suoi profili, appassionata al mondo della sostenibilità fin da giovane, tutti i giorni porta sui social, sul blog ecocentrica.it e in televisione nella trasmissione Cotto e Mangiato la sua esperienza e abilità di divulgatrice permettendo a chiunque di avvicinarsi a questi temi. Dall’abbigliamento al riciclo, sono numerosi i punti che vengono toccati dai suoi post e non manca, ovviamente, la cucina. Ricette zero waste, attenzione alla stagionalità e provenienza dei prodotti, accessori sostenibili per cucinare, sono solo alcune delle espressioni chiave al centro della sua comunicazione per far capire al pubblico che mangiare bene non porta giovamento solo alla salute ma anche all’ambiente che ci circonda.

Carlotta Perego

Negli ultimi anni molti si sono avvicinati al mondo della cucina vegana e vegetariana, che sia per una scelta etica o semplicemente per voglia di sperimentare nuovi ingredienti e consumare meno proteine di origine animale. Sulle pagine social di “cucinabotanica” (alias  Carlotta Perego) potrete trovare numerose e sfiziosissime ricette che hanno come filo comune proprio la cucina a base vegetale. Dagli antipasti ai dolci, dalla cucina italiana a quella orientale, ce n’è davvero per tutti i gusti!

Leggi anche: Vietato gettare cibo imballato: in Norvegia i supermercati dovranno differenziare le confezioni

Franco Aliberti

Non solo influencer autodidatti! Vi segnaliamo con piacere anche uno chef che con i suoi piatti racconta di come sia possibile cucinare consapevolmente e in modo sostenibile. Parliamo di Franco Aliberti, chef e pasticcere, che ha fatto dell’antispreco la sua filosofia in cucina. Pensate che nel 2013, come ha raccontato in un’intervista, aprì un locale che si chiamava Scarto Zero, evidenziando quanto fosse difficile, all’epoca, far capire questo concetto che, fortunatamente, negli anni si è poi diffuso sempre più.

Protagonista di numerose trasmissioni televisive come Masterchef Magazine o Detto Fatto, ha scritto il libro “Uno – In cucina con un solo ingrediente”, in cui racconta, come suggerisce il titolo, come sia possibile preparare un piatto usando tutte le componenti di un singolo ingrediente, riducendo gli scarti prodotti. Un esempio? Avreste mai detto che da una melanzana si potesse ricavare un dolce?

Piccolo gossip: è il marito di Lisa Casali, anche nota come “ecocucina”, con cui condivide la passione per la sostenibilità anche fuori dal mondo culinario. Ma di lei vi parleremo tra qualche paragrafo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Franco Aliberti (@francoaliberti)

Sabrina Wisbiski

Andiamo per un momento oltreoceano insieme a sabrina.sustainable.life che, attraverso i propri canali social, vuole diffondere la consapevolezza che tutti, attraverso anche i più piccoli gesti, possiamo fare la nostra parte per ridurre al minimo i rifiuti e “sfruttare” al massimo ciò che si può riutilizzare e riciclare. Numerosi, quindi, i temi che tratta nei post tra cui, ovviamente, troviamo anche la cucina: antispreco, autoproduzione e vegetale sono le parole chiave quando si tratta di cibo ma non mancano consigli su come scegliere i prodotti da comprare. Ad esempio, meglio prediligere lo sfuso rispetto a ciò che prevede un incarto poco sostenibile, come la plastica.

@sabrina.sustainable.life Replying to @eco_tok attempting to grow sweet potatoes for the first time and starting them indoors 🍠 #growingsweetpotato #beginnergardener #gardening #zone6b #indoorgardening #seedstarting #michigangardener #gardentok #sustainableliving #growfood #vegetablegarden #sweetpotatoslips ♬ original sound – Sabrina Sustainable Life

 

Lucia Cuffaro

Ecologista, blogger e scrittrice che, prima attraverso il suo sito Autoproduciamo, poi sui social e, infine, con i libri, porta le persone a scoprire le mille sfaccettature della sostenibilità ambientale. Parola d’ordine nella sua comunicazione è “autoproduzione”, ovvero come produrre in casa autonomamente prodotti che vanno dall’ecocosmesi alla cura della casa ma, soprattutto, per cucinare! Con i suoi consigli ci racconta, ad esempio, come fare il pane a partire dalla creazione della pasta madre o come mettere su il proprio orto – in balcone o in giardino – per coltivare erbe aromatiche e verdure, spesso partendo proprio dagli scarti che, di solito, vengono gettati. Le green tips di Lucia Cuffaro potete seguirli anche tutti i sabato mattina su Rai1 nella rubrica “Chi fa da sé” all’interno di Unomattina in famiglia.

Sabrina Steriti

Spostiamoci di nuovo su TikTok, dove troviamo la Plant-based chef autodidatta e content creator Sabrina Steriti. Nei suoi video troviamo ricette, trucchi e consigli per cucinare piatti sani e naturali sempre con un occhio di riguardo alla sostenibilità ambientale. Non a caso, infatti, una delle rubriche del suo canale si chiama “Brina’s cucina anti spreco”, in cui crea ricette partendo da avanzi di cibo, come il riso, il caffè o il pane raffermo. Anche con gli scarti di ingredienti che, senza un pizzico di fantasia, finirebbero nella pattumiera, contribuendo allo spreco alimentare.

@wellnesswithbrina #Cucina Anti Spreco Ep. 29! MINI MEDAGLIONI DI GAMBI DI ASPARAGI #asparagi #asparago #medaglioni #miniburger #cucinavegetale #cucinavegana #ricettafacile #ricettadelgiorno #vegan #ricettaveloce #vegetariano #nowaste #ricettavegana #veganoèfacile #veganoitaliano #antispreco #ecogesti #sostenibilitàambientale #retezerowaste #ecowarrior #cucinagreen #toogoodtogo #senzasprechi #mangiarezerowaste #svuotafrigo #greeninfluencer #veganitalia #ricetteeconomiche ♬ Roxanne – Instrumental – Califa Azul

 

Leggi anche: Giornata sprechi alimentari: “L’Europa spreca più cibo di quanto ne importa”

Lisa Casali

Non potevamo concludere l’articolo senza citare Lisa Casali, scienziata ambientale, ecoblogger e scrittrice che ha preso in prestito il termine “ecocucina” come nickname per i social. Attraverso le sue pagine racconta come vivere in modo sostenibile da diversi punti di vista. In cucina vige il motto “zero sprechi”: è infatti attentissima a condividere con il pubblico consigli su come cucinare utilizzando anche gli scarti del cibo, come bucce, gambi e foglie, che scopriamo, tra l’altro, essere in realtà le parti più ricche di nutrienti. Ve ne avevamo parlato anche qui.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Lisa Casali (@ecocucina)

Avete altri profili da consigliare per implementare l’articolo? Segnalateceli nei commenti!

© Riproduzione riservata

spot_img

POTREBBE INTERESSARTI

Ultime notizie