lunedì, Gennaio 17, 2022

11 film e serie TV su ambiente, natura e cambiamenti climatici da guardare in streaming

Non tutti i giorni delle feste natalizie sono dedicati a incontri e mangiate collettive. Per l’inverno 2021-2022 abbiamo pensato di scandagliare le programmazioni delle principali piattaforme streaming alla ricerca di alcuni suggerimenti green

Letizia Palmisanohttps://www.letiziapalmisano.it/
Giornalista ambientale 2.0, spazia dal giornalismo alla consulenza nella comunicazione social. Vincitrice nel 2018 ai Macchianera Internet Awards del Premio Speciale ENEL per l'impegno nella divulgazione dei temi legati all’economia circolare. Co-ideatrice, con Pressplay e Triboo-GreenStyle del premio Top Green Influencer. Co-fondatrice della FIMA, è nel comitato del Green Drop Award, premio collaterale della Mostra del cinema di Venezia. Moderatrice e speaker in molteplici eventi, svolge, inoltre, attività di formazione sulle materie legate al web 2.0 e sulla comunicazione ambientale.

Durante le feste, complice anche il freddo, molti di noi passano interi pomeriggi e serate stesi sul divano a guardare un bel film o una serie TV. Per l’inverno 2021-2022 abbiamo pensato di scandagliare le programmazioni delle principali piattaforme streaming alla ricerca di alcuni suggerimenti green.

Leggi anche: Cartoni animati, film e documentari da vedere per saperne di più sull’economia circolare

La quinta stagione (2012)

Cosa accadrebbe se l’alternanza delle stagioni venisse a mancare, se fosse sempre inverno e se la primavera non tornasse più? Come cambierebbe il delicato equilibrio della natura? Come muterebbe l’animo umano?

A raccontare questa storia è “La quinta stagione”,  film belga del 2012 realizzato dai registi Peter Brosens e Jessica Woodworth che descrive un tempo sospeso nel quale le api scompaiono, le mucche non riescono più a produrre latte e la carestia è destinata a cambiare la vita delle persone. Un racconto drammatico che fa riflettere sull’importanza della simbiosi tra specie umana ed ecosistema. Il film risulta disponibile su prime video in abbonamento e su diverse altre piattaforme in pay per view.

Before the Flood (2016)

Leonardo DiCaprio è oggi uno degli attori più amati a livello mondiale. Da anni, però, fa parlare di sé non solamente per la sua attività professionale: il divo di Hollywood è infatti schierato in prima linea per sensibilizzare il pubblico sui temi legati ai cambiamenti climatici.

Nel 2016 ha lanciato un docufilm – realizzato da Fisher Stevens (USA) – il cui titolo italiano è emblematico: “Punto di non ritorno”. Nella pellicola DiCaprio, in viaggio per il mondo, incontra diversi esperti che spiegano che i cambiamenti climatici sono già in corso ed elencano le conseguenze di tale fenomeno. Questo docufilm è disponibile, gratuitamente, su un paio di canali youtube.

Erin Brockovich, forte come la verità (2000)

Chi non conosce la magistrale interpretazione di Julia Roberts in Erin Brockovich? Se non l’avete ancora ammirata o volete rivederla sappiate che può essere acquistata o noleggiata su un paio di piattaforme streaming.

Forse non tutti sanno che il film è tratto dalla vera storia della lotta di Erin per far ottenere un risarcimento alle persone che si erano ammalate a causa dell’avvelenamento delle acque ricollegabile all’attività di una grande industria. Il film di Steven Soderbergh (USA) è uscito nelle sale ben 21 anni e ancora oggi Erin Brockovich, a 61 anni, non smette di lottare per i diritti dei cittadini.

Nomadland (2020)

Probabilmente aveva ragione Marco Gisotti quando – recensendo Nomadland (USA) – sosteneva che “ognuno interpreta l’opera d’arte secondo i propri codici”. Posso confermare che il film della regista cino-statunitense Chloé Zhao con Frances McDormand – vincitore del Leone d’oro alla 77a Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia e del Premio Oscar 2021 – ha in sé più di un intrinseco messaggio ambientalista.

Il viaggio di Fern, innanzitutto, guida lo spettatore all’interno di scorci naturalistici mozzafiato, ma questo non è l’unico aspetto analizzato dalla pellicola. Il film, infatti, è una fotografia di ciò che può accadere quando le regole di una società vengono dettate solamente dall’economia. La città nella quale viveva la protagonista è divenuta un luogo fantasma a causa della chiusura di una fabbrica di cartongesso. Fern, che si definisce senza casa ma non senza tetto, decide pertanto di vivere in giro per il paese all’interno di un camper arredato solamente con l’essenziale.

Nel suo viaggio conosce altri “veri” nomadi che non si dicono mai addio, ma vivono nella natura e, come tutti, hanno dei sogni. Quello di Linda May è di comprare un terreno ove realizzare una earthshipm ovverosia una casa costruita con materiali naturali e riciclati. A rimanere nel cuore degli spettatori sarà anche Swankie che, sapendo di avere un tumore al cervello, decide di tornare in Alaska viaggiando nei suoi luoghi del cuore per ammirare la schiusa delle uova di migliaia di rondini. Un film da vedere e contemplare e che può essere noleggiato su diverse piattaforme. È inoltre incluso nel catalogo di Disney Plus.

L’alba del giorno dopo (2004)

“The day after tomorrow” rimane un film-cult per chi cerca di immaginare possibili scenari ricollegabili ai cambiamenti climatici. Il film di Roland Emmerich si basa sull’ipotesi che i cambiamenti climatici interrompano le correnti oceaniche che mitigano le temperature dando il via ad una vera e propria era glaciale.

L’effetto paradosso è realmente studiato dagli scienziati come un’ipotesi da prendere in seria considerazione. Una nota da sottolineare è il ruolo che giocano i cosiddetti paesi del Terzo Mondo chiamati ad ospitare i superstiti delle nazioni occidentali ormai divenute invivibili. Per rivivere le emozioni della pellicola, potrete collegarvi su Disney plus.

Benvenuto sulla Terra (2021)

Nello show naturalistico del National Geographic appena uscito e già disponibile su Disney+ e su Sky /Now tv, Will Smith veste i panni di un novello Cicerone. La docuserie naturalistica racconta, in sei episodi, alcune delle imperdibili meraviglie del Pianeta.

Ad accompagnare il noto attore troverete esploratori ed esperti professionisti che gli hanno consentito di arrivare in posti che, per la star, erano fuori da ogni immaginazione: dai vulcani che ruggiscono in silenzio, ai deserti che vanno oltre la nostra percezione, agli sciami di animali non mancano gli scenari mozzafiato da ammirare.

Free Willy – Un amico da salvare (1993)

I più giovani probabilmente non avranno mai visto Free Willy; eppure, il film quando uscì aiutò molto a far parlare delle condizioni di vita degli animali negli acquari e parchi acquatici. La pellicola racconta la storia di amicizia tra Jesse, un ragazzino e Willy, un’orca maschio catturata in mare e divenuta un’attrazione in un parco. L’orca però non è fatta per la cattività e l’amico umano la aiuterà a riconquistare il mare.

L’attenzione sui temi delle condizioni di vita degli animali catturati in natura, a seguito del film, contribuì ad introdurre alcune restrizioni a beneficio delle orche selvatiche in molti Paesi. In Islanda le catture ad oggi sono completamente vietate. La favola di Willy è rivedibile su Netflix.

E poi nella colonna sonora c’era un certo Michael Jackson, con un brano che gli costò un’accusa di plagio da parte del “nostro” Albano: ma questa è un’altra storia

Il mio amico in fondo al mare (2020)

Chi non vorrebbe essere accompagnato nei luoghi che ama visitare dagli abitanti del posto? Nel caso di The Octopus Teacher l’amicizia tutta particolare è quella tra il film maker Craig Foster e un polpo comune selvatico in una foresta di alghe in Sudafrica, un incontro destinato a cambiargli la vita. Perché? Potete scoprirlo in streaming su Netflix!

Parchi nazionali… animati

Se i giovanissimi di casa sono amanti della natura, da non perdere è la serie lanciata da Arte.Tv: dalle condizioni climatiche estreme nelle quali si trovano a vivere la fauna e la flora del parco Dovrefjell-Sunndalsfjella, in Norvegia, fino alle acque del parco di Arrábida, a sud di Lisbona, dove si “baciano il Mediterraneo e l’Atlantico”. Queesti i protagonisti dei 5 documentari dei “Parchi nazionali… animati” che raccontano alcuni dei più bei parchi europei con la complicità degli insetti protagonisti del film d’animazione “Minuscule”.

44 gatti (2018) – S1E41 – Il riciclo creativo dei Buffycats

Se avete intenzione di stendervi sul divano con i vostri bambini, potreste prendere in considerazione la puntata n. 41 del cartone italiano “44 gatti” disponibile su Raiplay e su Netlix. I Buffycats sono quattro gatti musicisti che vivono e suonano nel garage della simpatica Nonna Pina. Nella puntata “il riciclo creativo dei Buffycats” realizzano un palco  utilizzando rifiuti e riutilizzando altri oggetti per “la prima giornata del riciclo creativo”.

MeteoHeroes (2020)

Sempre in compagnia dei giovanissimi potreste poi vedere la serie di animazione italiana “Meteo Heroes”. I 6 giovani protagonisti – i cui nomi sono Pluvia, Nubess, Nix, Fulmen, Ventum e Thermo – arrivano da diverse parti del mondo e, tutti insieme, vivono avventure e affrontano le tematiche legate al rispetto della natura, al cambiamento climatico e ai temi dell’ecologia.  La serie è presente su Cartoonito ma, tramite il sito ufficiale, è possibile accedere a video e podcast. Seguendo le storie dei sei eroi, i giovani spettatori prenderanno coscienza dei rischi legati all’inquinamento, al surriscaldamento globale e alla deforestazione ma soprattutto impareranno che ognuno di noi deve prendersi cura del Pianeta.

Voi quali altri film o serie ci consigliereste? Commentate sui social!

© Riproduzione riservata

POTREBBE INTERESSARTI

Ultime notizie