fbpx
sabato, Aprile 20, 2024

MOVIMENTI CIRCOLARI

EconomiaCircolare.com
EconomiaCircolare.com
Redazione EconomiaCircolare.com
[di Luigi Lupo]
Gomme  di  bicicletta  e  pneumatici,  dopo  aver  smesso di  circolare  sulle  nostre  strade,  tornano  in circolo.  Questa  volta,  però,  nella  filiera  produttiva  grazie  a Recrea,  che  ne  fa  borse  e  cinture


Sinossi

Gli scarti acquistano valore, materiali destinati a marcire diventano fondamentali per creare posti di lavoro, fare impresa e salvaguardare l’ambiente. È questa la filosofia alla base di “Recrea Srl”, azienda con sede a Torino che realizza cinture, borse e accessori moda a partire da pneumatici e camere d’aria. “Gomme di bicicletta, cartelli pubblicitari, scarti rappresentano materia prima che non paghiamo – ci spiega nel reportage radiofonic il responsabile, Maurizio Lemani. Siamo di fronte a un doppio vantaggio: dal punto di vista economico e da quello legato alla salvaguardia ambientale. Inoltre, per abbattere i costi di produzione e incrementare il profitto, abbiamo deciso anche di non avere struttura: facciamo lavorare le persone a casa perché crediamo anche nell’importanza dell’ozio”. Recrea è perfettamente in linea con la definizione di “economia circolare” e non a caso l’azienda, nata nel 2010, è inserita nell’atlante italiano che mappa esperienze di questo tipo. Pneumatici e gomme di bicicletta che, alla base dei nostri spostamenti e dello scenario quotidiano di qualsiasi città, quando smettono di circolare sulle strade, tornano poi a farlo nella filiera produttiva. Evitando sprechi, scongiurando l’impatto sull’ambiente di un materiale ricco di petrolio.

 
spot_img

POTREBBE INTERESSARTI

Ultime notizie