lunedì, Gennaio 17, 2022

BIO

Tiziano Rugi

17 POSTS
Giornalista, si è occupato per anni di cronaca locale per il quotidiano Il Tirreno Ha collaborato con La Repubblica, l’agenzia stampa Adnkronos e la rivista musicale Il Mucchio Selvaggio. Attualmente scrive per il blog minima&moralia, dove si occupa di recensioni di libri e dirige il quotidiano online "Il caffè di Baia Domizia". Ha collaborato con la casa editrice il Saggiatore e con Round Robin editrice, per la quale ha scritto il libro "Bergamo anno zero"

“Tutti i motivi per cui il Pil è una misura imperfetta”. Intervista a Jean-Paul Fitoussi

Secondo l’economista francese il Prodotto Interno Lordo non solo non riesce a misurare il benessere o le disuguaglianze all’interno di una società ma addirittura, nel calcolarlo, sono gli aspetti negativi di un sistema economico che contribuiscono a farlo crescere. È il caso di cercare altri indicatori?

Herman Daly: “Così l’economia di stato stazionario può proteggere l’ambiente e migliorare la società”

Uno dei più celebri economisti ecologici spiega cosa sia la sua teoria dell’economia di stato stazionario e come può essere utile per proteggere l’ambiente e migliorare la società. Salvando il nostro futuro

Gas e nucleare nella tassonomia Ue: è battaglia (di dichiarazioni) ma l’inclusione è certa

Nella bozza dell’atto delegato complementare della Commissione europea sulla tassonomia, gas e nucleare vengono inclusi nella lista di attività che danno un sostanziale contributo alla riduzione dei cambiamenti climatici. Nonostante il parere contrario dei tecnici e di alcuni Stati membri

Herman Daly, un’economia di stato stazionario per salvare l’ambiente

Un’economia in cui la produzione e i consumi sono stabili. Che non cresce, ma non è neppure in recessione. Dove popolazione e occupazione sono costanti. Per Herman Daly è l’unico modo per impedire la distruzione degli ecosistemi. E abbandonare il totem del Pil

L’allarme di Berners-Lee: “Nemmeno le rinnovabili ci salveranno se non rallentiamo”

Riduzione del fabbisogno di energia, economia circolare, giustizia sociale: per il professore e saggista inglese sono le tre chiavi per chi ha a cuore il futuro del Pianeta. “Una cosa è certa: se i governi si affidano solo al Pil il disastro è assicurato. Serve un salto in avanti dal punto di vista culturale: capire che essere sostenibili è la cosa giusta da fare”

L’Italia può fare di più per la finanza sostenibile, specie su pmi e trasparenza

Durante la "Settimana SRI” il Forum per la Finanza Sostenibile ha presentato una serie di ricerche che analizzano i vari attori del mercato ESG: dai risparmiatori ai fondi di investimento fino alle imprese. In Italia si investe più responsabilmente del passato, ma è ancora poco per raggiungere gli obiettivi

Paese che vai tassonomia che trovi. La finanza sostenibile fuori dall’Ue

L’Unione europea è l’istituzione più avanzata nell’elaborazione di una tassonomia che supporti la finanza sostenibile. Ci stanno lavorando anche altre nazioni come Regno Unito, Canada, Cina e Giappone. Una miriade di normative diverse potrebbe, però, essere un limite per gli investimenti green?

Cementifici e centrali elettriche: quando i rifiuti non sono bruciati nei termovalorizzatori

Il CSS è un prodotto ricavato dal trattamento dei rifiuti non riciclati e viene impiegato come fonte di energia all’interno dei processi produttivi. Ma il suo utilizzo lascia gli stessi interrogativi dell’incenerimento per quanto riguarda i principi europei e i rischi ambientali

Tassonomia Ue, nucleare e gas sempre più vicini alla patente “green”

Nell’ultima bozza della Commissione europea gas e nucleare entrano a far parte della Taxonomy Regulation, sebbene con alcuni distinguo. E le dichiarazioni di figure di spicco dell’Unione europea lasciano intravedere come andrà a finire. Una beffa per gli ambientalisti e le ong, proprio nei giorni della Cop26

Termovalorizzatori e impatto ambientale: cosa dicono i numeri e gli studi

I termovalorizzatori inquinano – meno di altri impianti – e producono CO2. Aspetti da tenere in considerazione in vista del piano “Fit for 55”. E in tanti si domandano: non sarebbe meglio puntare sulle fonti rinnovabili?
Scopri la piattaforma ICESP