fbpx
mercoledì, Aprile 17, 2024

BIO

Tiziano Rugi

119 POSTS
Giornalista, collaboratore di EconomiaCircolare.com, si è occupato per anni di cronaca locale per il quotidiano Il Tirreno Ha collaborato con La Repubblica, l’agenzia stampa Adnkronos e la rivista musicale Il Mucchio Selvaggio. Attualmente scrive per il blog minima&moralia, dove si occupa di recensioni di libri. Ha collaborato con la casa editrice il Saggiatore e con Round Robin editrice, per la quale ha scritto il libro "Bergamo anno zero"

Rifiuti, ONU: effetti disastrosi su ambiente e salute se la crescita non rallenta

Secondo l’ultimo studio dell’UNEP nel 2023 il mondo ha generato 2,3 miliardi di tonnellate di rifiuti urbani, mentre la quantità di rifiuti non raccolti a livello globale potrebbe raggiungere 1,6 miliardi di tonnellate entro il 2050. Cambiare rotta è una sfida, soprattutto per i Paesi a basso reddito

“L’estrazione di risorse naturali è fuori controllo”: l’allarme dell’ONU

Il consumo di materie prime crescerà del 60% entro il 2060. Con conseguenze disastrose su clima e ambiente. Secondo l’Unep ridurre il consumo di risorse è la priorità assoluta, piuttosto che orientare la produzione verso la crescita green. Ecco cosa emerge dall’ultimo Global Resource Outlook

I veicoli pesanti usati sono tra i responsabili dell’aumento dei livelli di inquinamento

I camion e gli autobus contribuiscono alla crescita economica, ma sono necessarie norme rigorose per ridurre le loro emissioni che causano un forte impatto sull'ambiente e sulla salute. Soprattutto nei Paesi a basso reddito il commercio non regolamentato di veicoli pesanti usati minaccia l’ambiente

Direttiva case green, tutto quello che c’è da sapere sul caso Italia

La direttiva sull’efficienza energetica è un tassello fondamentale per la neutralità climatica. Il centrodestra soffia sui timori dei cittadini di nuove spese, ma il testo è stato ammorbidito e ci sono esenzioni per i centri storici. Piuttosto sarebbe il caso di lavorare per trovare fondi per i lavori di riqualificazione

Cosa contengono le nuove norme dell’Ue per ridurre le emissioni nocive dell’industria

Col via libera del Parlamento europeo sul testo concordato con il Consiglio, prosegue il percorso di revisione della direttiva emissioni industriali per una nuova regolamentazione dell’inquinamento da impianti industriali, compresi gli allevamenti intensivi, l’estrazione di metalli e la produzione di batterie su larga scala

Trasporti, il regolamento Euro 7: standard più severi su emissioni di inquinanti e durata batterie

Il Parlamento europeo ha approvato il testo concordato con il Consiglio: limiti sugli inquinanti atmosferici (come il particolato derivante dall’usura di freni e pneumatici) e requisiti di durata della batteria per auto, furgoni, autobus e camion. Mentre i limiti di emissione dei gas di scarico Euro 6 rimangono invariati

Bilott, avvocato incubo dei produttori di PFAS: “I cittadini hanno un enorme potere e devono usarlo”

Robert Bilott, l’avvocato che ha sconfitto la multinazionale DuPont scoperchiando per primo il vaso di Pandora sulla contaminazione da PFAS, fa il quadro della situazione 25 anni dopo lo storico processo. Si va avanti troppo lentamente nella regolamentazione, le resistenze istituzionali sono forti e il grande pubblico dovrebbe essere più informato: ma ci sono anche segnali positivi che dobbiamo essere pronti a cogliere

Quartieri circolari, tutti i benefici di un nuovo modo di pensare la città

La Ellen MacArthur Foundation spiega perché i quartieri circolari miglioreranno le nostre vite: dalla riduzione dell’inquinamento allo sviluppo di comunità più integrate e solidali, dalla qualità della vita a misura d’uomo ai vantaggi economici per tutti i cittadini. Gli esempi virtuosi già ci sono, ecco quali

L’Europa importa plastica riciclata di bassa qualità, la denuncia dei riciclatori

Le importazioni di plastica riciclata da Paesi fuori dai confini europei danneggiano il mercato interno: i prezzi sono crollati, chi ricicla ha difficoltà a rientrare negli investimenti e diminuisce la domanda e quindi la produzione di rPET. Mentre si teme che l’Ue faccia marcia indietro nel regolamento PPWR e consenta di contare anche la plastica importata nel contenuto minimo riciclato

EPR nel settore tessile, bene ma non basta: dubbi sulla revisione della direttiva quadro sui rifiuti

La responsabilità estesa del produttore nel settore tessile è una delle misure centrali nel testo approvato dalla commissione Ambiente del Parlamento Ue per migliorare il riutilizzo e il riciclo. Ma senza ridurre la produzione di materiali e obiettivi per la prevenzione dei rifiuti si affronta solo una parte del problema
Scopri la piattaforma ICESPspot_img