fbpx
sabato, Novembre 28, 2020

THE CIRCLE

Economia Circolare
Economia Circolare
Redazione EconomiaCircolare.com
[di Flavio La Franca]
Quattro giovani imprenditori gestiscono un impianto di coltivazione sostenibile ma allo stesso tempo competitivo. Seguiamoli nel corso di una normale giornata di lavoro a zero impatto ambientale

Sinossi

The Circle è il progetto di quattro giovani romani che dall’interesse e lo studio delle biotecnologie e dell’ambiente hanno tratto ispirazione per sviluppare un impianto di coltivazione e allevamento ittico totalmente sostenibile. Valerio Ciotola, Simone Cofini, Lorenzo Garreffa e Thomas Marino infatti utilizzano la coltivazione fuori suolo e legano l’allevamento di carpe koi a scopo decorativo alla produzione di cibo vegetale.
Nelle vasche i pesci producono scarti, sotto forma di ammoniaca; questa viene raccolta ed utilizzata per nutrire le piante, disposte in diversi sistemi di coltivazione. L’acqua così utilizzata rientra nel circolo tornando nella vasca dei pesci, ormai filtrata e libera dalle scorie alimentari, dannose per gli animali stessi. Alla fine del percorso, il risparmio d’acqua si avvicina al 90% rispetto ad una coltivazione tradizionale e la disposizione degli ortaggi in verticale contribuisce al risparmio di suolo. La mancanza di immissioni inquinanti, di diserbanti, antiparassitari e fertilizzanti di sintesi è un ulteriore vantaggio che emerge da questo “circolo virtuoso”.
Il video The Circle racconta una qualsiasi giornata di lavoro nell’azienda agricola. Le interviste ai protagonisti di questa realtà permettono di comprendere passaggio per passaggio l’intero meccanismo di questa proposta, diventata realtà a poca distanza da una grande metropoli.

Scopri la piattaforma ICESP
- Advertisement -

Ultime notizie

L’Europarlamento approva la risoluzione sul diritto alla riparazione. “Ora va cambiato il sistema”

Con una serie di obblighi per le case produttrici di dispositivi elettrici ed elettronici. il parlamento europeo ha approvato una risoluzione che rafforza il Right to Repair. Un passo in avanti contro l'obsolescenza programma e la riduzione dei rifiuti Raee. Il prossimo passo spetta alla Commissione

La pagella della riparabilità, dalla Francia il contributo per ridurre i RAEE

A partire dall'1 gennaio entra in scena "l’indice de réparabilité": ad ogni nuovo prodotto elettrico ed elettronico sarà assegnato un punteggio su una scala da 0 a 10, e dovrà essere ben visibile al consumatore. Non tutti però sono favorevoli: l'associazione DigitalEurope ha inoltrato una nota alle istituzioni comunitarie

Comprare frutta e salumi senza l’incarto? Per la legge si può (ma la paura ci blocca)

Il decreto Clima “al fine di ridurre la produzione di rifiuti” prevede che dal 13 dicembre 2019 ai clienti dei supermercati “è consentito utilizzare contenitori propri”. Poi però il Coronavirus ha rimesso tutto in discussione. Come insegna il caso dei guanti per l’ortofrutta, tra quello che consente la legge e quello che viene percepito come possibile davanti al rischio contagio c’è una bella differenza

Al supermercato coi propri contenitori, parte il progetto della Spesa Sballata

Nel Varesotto fino ad aprile 2021 una trentina di famiglie potrà andare ai supermercati della Grande Distribuzione Organizzata con contenitori e retine riutilizzabili. Per il referente scientifico del progetto Enzo Favoino “le nuove direttive dell’UE pongono un bivio: o ci si lascia travolgere o si diventa apripista”

“Piccoli gesti grandi crimini”, la campagna contro i mozziconi di Marevivo

Presentati al Senato i risultati della campagna di sensibilizzazione promossa dall'associazione Marevivo, avviata lo scorso 23 luglio da Sorrento. Le attività messe in campo hanno registrato una riduzione del 69% dei mozziconi dispersi nell’ambiente e una diminuzione del 45 % di altri tipi di rifiuti