lunedì, Ottobre 26, 2020

A PURPOSE WRAD: CIRCOLARE E INNOVATIVO

Economia Circolare
Economia Circolare
Redazione EconomiaCircolare.com
[di Alessandra Montalto]
Non solo moda per il brand ecologico Wrad, la chiamata all’azione di un cambiamento attraverso prodotti con cui è possibile avverarlo, i Purpose Products; abbigliamento che è l’esempio dello stile di vita in cui è racchiuso un valore

Sinossi

Nel 2014 nasce Wrad; la Start-up riflette il sentimento dei suoi tre co-fondatori che, lasciando le loro carriere aziendali nell’industria fast fashion, si sono uniti per sviluppare un’impresa dedicata a catalizzare il cambiamento positivo per abbattere gli enormi costi della moda.
Scoprendo lo sfruttamento continuo dei lavoratori, le sostanze cancerogene nei tessuti, la mancata trasparenza dei cicli produttivi di questo settore crearono il loro format educativo mirato a generare consapevolezza approdato nelle scuole italiane e del mondo.
“È possibile riutilizzare la grafite riciclata nella moda?” Chiede Susanna Martucci, creatrice di Perpetua la matita composta da solo grafite.
Da community digitale a design company Wrad parte dal recupero di un minerale atossico destinato al rifiuto: la grafite proveniente dall’industria hi-tech. Riscoprendo nel paese di Monterosso Calabro un’antica tecnica romana di tintura con grafite, Wrad ha dato vita ad un progetto ispirato ai principi dell’economia circolare: Graphi-tee.
Alcuni materiali sono stati riqualificati: cera d’api, canapa e cotone organico ne sono l’esempio. L’attenzione alla scelta dei materiali è sostenibile al 100% e si cercano di utilizzare le fibre naturali rigenerate.
Wrad ha avuto numerosi riconoscimenti per l’innovazione sostenibile nel settore fashion e per la creazione della prima T-shirt al mondo in grafite che lo porta a stringere collaborazioni con altri brand che vogliono intraprendere un percorso nella sostenibilità.
Da un viaggio, iniziato per le strade dell’Europa, Wrad compie il primo passo verso la sua rivoluzione che oggi studia i modi per creare prodotti innovativi in sintonia con i bisogni del nostro pianeta e delle persone.

[ngg src=”galleries” ids=”52″ display=”basic_thumbnail” show_slideshow_link=”0″]

PrecedenteUNDERGROUND STARS
SuccessivoSOLO UNA
Scopri la piattaforma ICESP
- Advertisement -

Ultime notizie

Vaia due anni dopo: la rinascita passa dall’utilizzo del legno

A 2 anni da Vaia, la tempesta che colpì il nord est distruggendo un'area di 42.500 ettari di foreste alpine, Antonio Brunori, segretario generale di PEFC, racconta le criticità legate agli insetti e all'attacco del legno morto. Ma in questi 2 anni sono germogliate anche tante esperienze di solidarietà e circolarità che hanno dato nuova vita agli alberi abbattuti

Un’etichetta di riciclabilità (come quella energetica) può favorire la circolarità delle plastiche

Con il responsabile della piattaforma RecyClass, Paolo Glerean, analizziamo il meccanismo messo in piedi per favorire la produzione e l’utilizzo di imballaggi plastici di qualità elevata e dunque più adatti al riciclo

Cosa resterà dopo il Covid? La risposta è resiliente e circolare

All'edizione 2020 del World Circular Economy Forum, organizzata dal fondo finlandese Sitra, si è affrontato il tema del mondo dopo la pandemia. “Le partnership sono necessarie, non puoi fare le cose da solo"

Sant’Anna di Pisa e Area Science Park di Trieste insieme per la transizione ecologica

Due eccellenze del mondo della ricerca e dell’innovazione si uniscono per elaborare progetti congiunti e attività di supporto alle imprese, per diffondere i principi chiave dell’economia circolare

Biovitae, la lampada led contro il coronavirus

Secondo il promotore Silvano Falocco, la scoperta italiana "potrebbe modificare i protocolli di sicurezza nelle scuole". Dopo lo studio preliminare del Policlinico Militare Celio di Roma, ora si attende la pubblicazione su una rivista scientifica