fbpx
giovedì, Maggio 30, 2024
RUBRICA

SPECIALE | Clima
S

Usate pure la definizione che volete: cambiamento climatico  o cambiamenti climatici, climate change, crisi climatica (è quella che più ci piace in redazione), la questione del clima che cambia – anzi che sta già cambiando a una velocità impensabile fino a poco tempo fa – è una delle più urgenti da affrontare.

Attorno al clima sono nate nuove attenzioni, nuove preoccupazioni e nuove speranze (poche, a dire il vero). Al centro del dibattito, più preciso sulle testate specializzate e più confuso e contradditorio su quelle generaliste, le politiche nazionali e internazionali che con molta fatica gli Stati stanno provando ad assumere: temi come la riduzione delle emissioni e l’adattamento climatico stanno uscendo dalle nicchie specialistiche e diventano oggetto di dibattiti pubblici.

Sul clima che cambia e sull’urgenza di intervenire negli ultimi anni sono nati nuovi movimenti ambientalisti: in principio sono stati i Fridays For Future, che hanno esteso a livello globale gli “scioperi per il clima” inventati dalla fondatrice Greta Thunberg; poi è stato il turno di Extincion Rebellion, con le loro pratiche di disobbedienza civile nelle piazze e nelle città; e da circa un anno, almeno in Italia, la scena è stata (quasi) monopolizzata dalle proteste ancora più eclatanti di Ultima Generazione, con gli ormai noti blocchi del traffico e le azioni dimostrative su opere d’arte e luoghi culturali. Accanto poi alle “nuove” associazioni ambientaliste, anche quelle “storiche” – da Legambiente ad A Sud – hanno focalizzato molte delle loro attività sul clima che cambia.

Se da una parte, dunque, di clima si parla sempre più spesso – al netto del greenwashing e, meno spesso benché presente, del negazionismo – a EconomiaCircolare.com crediamo tuttavia che in questa pioggia di informazioni serva imparare a destreggiarsi, saper distinguere le verità dalle veline, fare un accorto uso dei termini adatti, saper leggere e interpretare la mole di dati, fornire gli strumenti d’analisi di una realtà in continuo movimento.

A queste funzioni prova ad assolvere il nostro Speciale sul clima: lo faremo senza dare mai nulla per scontato, spiegando i termini e i concetti più tecnici, offrendo punti di vista solo apparentemente laterali. E ovviamente concentrando le nostre analisi sul ruolo, ancora sottovalutato ma centrale, dell’economia circolare nel contrasto alla crisi climatica.

Come sempre, rinnoviamo l’invito a inoltrarci contributi, critiche e suggerimenti. Intanto buona lettura circolare.

© Riproduzione riservata

Sempre più persone in Italia muoiono per colpa degli eventi climatici estremi

I dati contenuti in un recente studio di Enea sono allarmanti: in meno di 20 anni hanno perso la vita 378 persone a causa di frane, valanghe, alluvioni e violente tempeste. Più del 90% dei Comuni italiani è a rischio eventi climatici estremi e la situazione peggiorerà: ma non siamo ancora pronti a fronteggiarli

Perché in Italia il diritto al clima è ancora un’utopia?

La recente bocciatura del ricorso di Giudizio Universale da parte del tribunale di Roma, , che chiedeva di accertare l'inazione dello Stato, spinge ad alcune riflessioni sul "diritto al clima". Specie perché è stata la stessa giudice a riconoscere che esiste una "oggettiva complessità e gravità dell'emergenza"

Il PNIEC si apre alla consultazione, ma la trasparenza è poca. A Sud: “Approccio inadeguato”

C’è tempo fino al 31 marzo per inoltrare i propri contributi sul Piano Nazionale Integrato Energia e Clima. Un appuntamento fondamentale per delineare le politiche di riduzione delle emissioni al 2030. Per l’ex ministro Giovannini bisogna superare la “falsa contrapposizione tra ideologia e pragmatismo”

“Il clima ha bisogno di soluzioni e il giornalismo deve darle”. Intervista a Tina Rosenberg

La giornalista statunitense Tina Rosenberg racconta la sua esperienza nel solution journalism. Per contrastare il sensazionalismo delle notizie e contribuire a migliorare la società. E che nella costante emergenza climatica di oggi, può essere una strada nuova per dare una speranza concreta a milioni di persone