lunedì, Ottobre 26, 2020

Un giornalismo delle soluzioni per allargare il cerchio

L’economia circolare non è un comparto ma un orizzonte culturale. Per questo accoglieremo spunti e contributi da chi la studia e la immagina, da chi la pratica e la vive quotidianamente. Così da dare spazio a nuove idee

Raffaele Lupoli
Raffaele Lupoli
Direttore editoriale di EconomiaCircolare.com. Giornalista, si occupa di ambiente da un quarto di secolo. Ha diretto diverse testate, tra cui il settimanale Left e LaNuovaEcologia.it. Ha lavorato con Legambiente collaborando tra l’altro alla redazione del Rapporto Ecomafie, ha coordinato la redazione del periodico Rifiuti Oggi e il mensile La Nuova Ecologia. Attualmente si occupa di comunicazione politica e collabora con il Ministero dell’Istruzione sui temi della sostenibilità ambientale e innovazione sociale.

Vogliamo raccontare il futuro che è già tra noi, analizzare politiche e pratiche in grado di rigenerare le risorse e il modello di società. Scavare nel mondo nuovo contribuendo a costruire la risposta possibile a criticità e contraddizioni che ogni cambiamento porta con sé. Saremo un giornale in costante ascolto, luogo di dibattito e confronto, sempre costruttivo.

L’economia circolare non è un comparto ma un orizzonte culturale, un’idea di Paese e di come stare sul Pianeta: avere l’ambizione di raccontarla significa partire dalla consapevolezza che servono nuovi schemi, discontinui rispetto al pensiero e al modello lineare che dobbiamo e vogliamo lasciarci alle spalle.

Un giornale ha il compito di cercarle e passarle al setaccio queste idee disruptive, dirompenti, ma per trovare nuove risposte servono innanzitutto nuove domande. Coltivare il dubbio e aprirsi al contributo di tutti, in particolare dei più giovani, del mondo dell’università e della ricerca. EconomiaCircolare.com non vuole spiegare l’economia circolare, ma vuole farsela raccontare da chi la studia e la immagina, da chi la pratica e la vive quotidianamente.

Chiederemo spiegazioni con la stessa caparbietà con cui una bambina o un bambino sottopongono agli adulti i loro perché. Non basta dichiarare intenzioni green per porsi in un’ottica circolare, bisogna mettere in campo azioni concrete e dimostrare che danno buoni risultati. “Ciò che non è misurabile non è migliorabile” recita l’adagio: su questo aspetto concentreremo molto del nostro lavoro, provando a tracciare bilanci, a confrontare il prima e il dopo, a ragionare su cifre e indicatori.

Impareremo domandando cos’è davvero circolare e cosa no, insieme a chiunque voglia affiancarci in questa continua scoperta con l’obiettivo di sapere per saper fare, e solo alla fine di far sapere. Partiremo dalla rete per entrare nei luoghi dove si pensa e si produce circolarità, metteremo a confronto competenze e ambiti disciplinari diversi, interessi divergenti, per contribuire a produrre la scossa necessaria.

Coinvolgeremo nella discussione chi vorrà leggere e seguire una testata che sposa la logica delle unbreaking news, della conversazione, del “giornalismo delle soluzioni”.

EconomiaCircolare.com fa tesoro di un lungo lavoro di mappatura di Storie di Economia Circolare, di una rete di partner autorevoli e di tante collaboratrici e tanti collaboratori appassionati e preziosi per questo percorso, che ha l’ambizione di approfondire e divulgare allo stesso tempo, di riflettere e guardare i numeri, di lavorare con accuratezza e leggerezza. Questo gruppo di persone e di soggetti, anche istituzionali, sarà sempre aperto a nuovi apporti e nuovi contributi, perché siamo convinti che quel cerchio al quale abbiamo dato vita è sempre pronto a espandersi e a fare spazio a nuove storie e nuove idee.

 

© Riproduzione riservata

Scopri la piattaforma ICESP
- Advertisement -

Ultime notizie

Un’etichetta di riciclabilità (come quella energetica) può favorire la circolarità delle plastiche

Con il responsabile della piattaforma RecyClass, Paolo Glerean, analizziamo il meccanismo messo in piedi per favorire la produzione e l’utilizzo di imballaggi plastici di qualità elevata e dunque più adatti al riciclo

Cosa resterà dopo il Covid? La risposta è resiliente e circolare

All'edizione 2020 del World Circular Economy Forum, organizzata dal fondo finlandese Sitra, si è affrontato il tema del mondo dopo la pandemia. “Le partnership sono necessarie, non puoi fare le cose da solo"

Sant’Anna di Pisa e Area Science Park di Trieste insieme per la transizione ecologica

Due eccellenze del mondo della ricerca e dell’innovazione si uniscono per elaborare progetti congiunti e attività di supporto alle imprese, per diffondere i principi chiave dell’economia circolare

Biovitae, la lampada led contro il coronavirus

Secondo il promotore Silvano Falocco, la scoperta italiana "potrebbe modificare i protocolli di sicurezza nelle scuole". Dopo lo studio preliminare del Policlinico Militare Celio di Roma, ora si attende la pubblicazione su una rivista scientifica

Plastic Pact, anche gli Usa contro l’abuso della plastica

Il consorzio mette insieme oltre 60 realtà tra aziende, agenzie governative e ong. Con l'obiettivo di recuperare il gap con l'Europa attraverso la collaborazione di colossi come Coca Cola e L'Oreal