fbpx
venerdì, Luglio 12, 2024

Mobilità elettrica e clima guidano le ricerche online sulla sostenibilità ambientale

Lo mostrano i dati dell’Osservatorio Karma Metrix sui trend di ricerca degli utenti 2023. “Pubblico sempre più attento all'innovazione ecologica nel settore dei trasporti e alle conseguenze reali del cambiamento climatico”. ‘Tesla’ la parola più googlata in assoluto in Italia nell’ambito dei temi della sostenibilità ambientale

EconomiaCircolare.com
EconomiaCircolare.com
Redazione EconomiaCircolare.com

Se le domande che rivolgiamo a Google, il motore di ricerca più utilizzato al mondo, sono state utilizzate per tracciare l’andamento dell’influenza allora possono anche aiutarci a capire come sta cambiando la relazione degli utenti di internet con la sostenibilità. Per questo l’Osservatorio Karma Metrix sui trend di ricerca degli utenti 2023 è senza dubbio uno strumento utile per avere il polso della situazione italiana.

L’Osservatorio rappresenta un’indagine sull’evoluzione delle ricerche su Google (gennaio – dicembre 2023) relative alla sostenibilità e, osservando come i volumi di ricerca siano variati nel tempo, permette “di tracciare un confronto diretto e significativo sull’interesse e l’attenzione che gli utenti dedicano alla sostenibilità, in particolare nella sua accezione ambientale, che rimane al centro del nostro studio”, spiega Karma Metrix, realtà che misura, certifica e migliora l’impatto ambientale dei siti web.

Mobilità sostenibile e crisi climatica

Una prima indicazione sull’attenzione del pubblico italiano ai diversi temi della sostenibilità ci arriva dalla top 10 delle parole chiave ricercate sul motore di ricerca di Mountain View. Una classifica che nel 2023 ci parla soprattutto di mobilità sostenibile, innovazione e crisi climatica.

ricerche web sostenibilità

La parola più googlata in assoluto in Italia (368 mila ricerche al mese) nell’ambito dei temi della sostenibilità è “Tesla“. Un brand, certo, ma anche “un chiaro segno del crescente interesse nei confronti dei veicoli elettrici e dell’innovazione in questo settore”, ci spiega Fabio Mecarone, marketing & sustainability manager di Karma Metrix. “Tesla” guadagna la palma del termine più ricercato a valle di una crescita del 50% rispetto al dato del 2021 (246.000).

Seconda ricerca più frequente nel 2022 (210.000 interrogazioni al mese) è stata “cambiamento climatico”, che però perde il 55% rispetto alle 450.000 volte del 2021. Questo, secondo Mecarone, potrebbe riflettere una transizione nell’opinione pubblica verso l’osservazione degli effetti tangibili del cambiamento climatico, come le “inondazioni“, terza parola chiave più ricercata (165.000 volte, +800% rispetto al 2021; affiancata da “alluvione Emilia Romagna”, 27.100 ricerche/mese, “alluvione Emilia”, 18.100, “inondazioni”, 12.100, “alluvione Romagna, 9.900, “Emilia Romagna alluvioni”, 9.900’ e “alluvione Toscana”, 8.100). “Queste marcata crescita nel volume di termini legati a eventi ambientali estremi – afferma il marketing & sustainability manager di Karma Metrix – suggerisce una reazione immediata alle crescenti preoccupazioni climatiche evidenziate in eventi specifici, come quelli occorsi appunto in Emilia Romagna e in Toscana. Questa tendenza si allinea con la presenza di cambiamento climatico nella top 10 delle ricerche complessive, confermando che gli impatti del clima sono al centro dell’attenzione pubblica”.

Leggi anche lo SPECIALE | PFAS

Gli Obiettivi di sviluppo sostenibile e la mobilità dolce

Subito sotto al podio, al quarto posto, “Agenda 2030” (110.000 ricerche, l’anno prima erano state 135.000) che non si allontana dai temi dominanti clima e mobilità sostenibile ma allarga lo sguardo ad un contesto più ampio. Karma Metrix osserva “un cambiamento nell’approccio degli italiani verso l’Agenda 2030: se da un lato le ricerche per le parole chiave generali agenda 2030 obiettivi e obiettivi agenda 2030 hanno registrato una flessione, passando rispettivamente da 27.100 a 22.200 e da 22.200 a 18.100, dall’altro le ricerche sui singoli obiettivi sono rimaste stabili o hanno mostrato un aumento. Questo probabilmente potrebbe indicare che il concetto generale degli obiettivi ONU è ormai assimilato, mentre c’è una maggiore richiesta di approfondimento sui singoli temi”.

ricerche web sostenibilità
Fonte: Karma Metrix

Al quinto posto, con “COP 28” (oltre 91.000 ricerche) torna il tema clima. Ma rispetto alle 22.000 ricerche di “COP27” del 2022, si osserva un notevole incremento che “riflette non solo la continuità dell’impegno internazionale per affrontare le sfide del cambiamento climatico, ma anche una crescente mobilitazione pubblica (alimentata pure dalle polemiche sul conflitto di interessi del Paese organizzatore) e un desiderio di rimanere informati e coinvolti nelle discussioni e nelle decisioni che plasmano il futuro del nostro pianeta”.

Subito dopo (90.500) “monopattino elettrico”, a rafforzare la tendenza della mobilità sostenibile e dolce. Con 74.000 ricerche al mese, il settimo posto conferma di nuovo come la crisi climatica solleciti le domande dei cittadini: Greta Thunberg (in crescita rispetto alle 60.500 del 2021) che, spiega Mecarone, “continua a essere una presenza importante, testimoniando l’attrazione verso i leader di opinione nel dibattito sullo sviluppo sostenibile e l’azione climatica. L’attenzione verso questi termini dimostra un coinvolgimento profondo e personale in questioni ambientali che richiedono una risposta collettiva e individuale”. Secondo l’Osservatorio, nel 2023 la narrazione sul cambiamento climatico e sostenibilità continua a essere fortemente influenzata dalle figure simbolo che catalizzano l’attenzione pubblica: è Greta Thunberg che “mantiene la sua posizione come figura emblematica del movimento ambientalista. Questo indica che, nonostante l’emergere di nuove narrazioni e sviluppi nel campo della sostenibilità, l’attivista svedese continua a essere un punto di riferimento costante per le persone in cerca di ispirazione e guida sulle questioni climatiche”.

Le ultime tre posizioni della top ten rimandano tutte alla mobilità elettrica: “monopattini elettrici”, che con 60.500 ricerche di fatto aumenta di circa due terzi l’attenzione al tema manifestata della ricerca dei termini al singolare; “Scooter elettrico”, 33.100 interrogazioni; “Auto elettrica”, 33.100 ricerche. “Insomma – riflette Mecarone – le tendenze di ricerca del 2023 mostrano un pubblico che è sempre più attento all’innovazione ecologica nel settore dei trasporti e alle conseguenze reali del cambiamento climatico, suggerendo un’evoluzione verso un approccio più pragmatico e centrato sull’azione nel fronteggiare le sfide ambientali”.

Certificazioni

Fuori dalla lista delle 10 parole chiave più cercate ma interessante per capire come si sta sviluppando l’idea di sostenibilità tra gli italiani, il volume di ricerche legate alle certificazioni ISO in Italia mostra una “spiccata attenzione” verso gli standard per la gestione ambientale. In particolare, la norma “ISO 14001” si distingue con 6.600 ricerche, affermandosi come la seconda certificazione ISO più ricercata, subito dopo la “ISO 9001” (12.100 ricerche). Secondo Mecarone, “questo forte interesse riflette la consapevolezza crescente delle aziende italiane sull’importanza di implementare sistemi di gestione ambientale efficaci, non solo per conformarsi alle regolamentazioni, ma anche per migliorare l’efficienza operativa, ridurre i rischi e aumentare la competitività nel mercato”. Trovano grande riscontro anche “GRI”, lo standard per i bilanci di sostenibilità (3.600 ricerche), che nelle sue varie keyword supera le 8.000 ricerche mensili; e CSRD (“Corporate Sustainability Reporting Directive, 2.900 ricerche mese), “a ulteriore conferma di come sia sempre più centrale per le aziende le necessità di lavorare sul bilancio di sostenibilità (3.600 ricerche sulla keyword esatta, oltre 16.000 nelle varie declinazioni), sia che si tratti di obblighi normativi, sia che si tratti di scelta volontaria”.

ricerche web sostenibilità
Fonte: Karma Metrix

Leggi anche lo SPECIALE | Migranti climatici

Le macro categorie

L’analisi di Karma Metrix va oltre le singole parole chiave per provare a delineare quali ambiti della sostenibilità sono più interessanti per chi cerca informazioni sul web.

ricerche web sostenibilità
Fonte: Karma Metrix

Tra le categorie delineate nel rapporto, quella che ha raccolto più ricerche è “inquinamento”. Dove, si legge, “troviamo tutti quei termini di ricerca che riguardano le cause o le conseguenze dell’inquinamento. Non solo parole chiave come inquinamento o cambiamento climatico, ma anche termini come CO2, impronta ecologica, deforestazione, impatto ambientale”. Questa categoria somma quasi 700.000 ricerche al mese. Nonostante il primato, la categoria mostra un calo significativo (-23%) rispetto all’anno precedente. “Questo dato – è l’ipotesi di Karma Metrix – potrebbe suggerire un’assimilazione matura del problema e un passaggio all’azione, più che alla semplice ricerca informativa”.

Altra categoria calda è quella che raccoglie temi relativi a “sostenibilità e sviluppo sostenibile”, con quasi 660.000 ricerche al mese. In questa categoria rientrano “tutti quei termini che riguardino la sostenibilità in senso generico o lo sviluppo sostenibile, anche come strumenti accessori come le energie rinnovabili”. Troviamo allora “agenda 2030”, “sviluppo sostenibile”, “economia circolare” (14.800 ricerche), “green economy”, “energia rinnovabile” ma anche “comunità energetiche” (9.900 ricerche/mese) o ”Giornata dalla Terra” (12.100 ricerche, la giornata mondiale sulla sostenibilità più cercata su Google). l volume di ricerche in questa categoria ha subito un incremento del 66.3% rispetto al 2021.

Nella categoria “mobilità”, la terze per numero di ricerche, oltre alle parole chiave già citate troviamo anche “biciletta elettrica” e “biciclette elettriche” (22.200/mese per entrambe le combinazioni”), “car sharing” (8.100”) e “colonnine ricarica auto elettriche” (8.1000).

© Riproduzione riservata

spot_img

POTREBBE INTERESSARTI

Ultime notizie