fbpx
giovedì, Maggio 30, 2024
Donne Lavoro Transizione Ecologica

Poderosa
P

Dalla collaborazione di CDCA – Centro di Documentazione sui Conflitti Ambientali, A Sud, EconomiaCircolare.com e Tuba nasce "Donne Lavoro Transizione Ecologica" un progetto editoriale integrato per rendere le donne protagoniste di un settore economico, quello legato alla conversione ecologica, sempre più strategico. Il progetto finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri punta alla promozione dell’auto-imprenditorialità femminile nell’ambito della transizione ecologica.

Indagare il rapporto tra ecologia, femminismo e lavoro attraverso l’analisi, i dati, le storie e la costruzione di un immaginario che abbatta gli stereotipi. Sono questi gli intenti della serie di approfondimenti che analizzano la transizione ecologica sotto la lente dell'ecofemminismo e a cui abbiamo dato il nome di "Poderosa". Il progetto, attraverso una serie di iniziative che coinvolgeranno tante professionalità dei rispettivi ambiti, si propone di avviare una reciproca contaminazione di linguaggi e tematiche per mostrare i percorsi di formazione, le professioni, le imprese che oggi possono guidare la trasformazione ecologica e diventare un’opportunità per le donne per aumentare la loro leadership in questo settore.

Sulle due direttrici del pensiero, ecologista e femminista, si vuole costruire un’alleanza per promuovere reciprocamente un percorso di interconnessione di energie e competenze. Nello specifico gli obiettivi sono: formare giornaliste e giornalisti sui linguaggi inclusivi; costruire divulgazione sui temi dell’ecofemminismo che aiutino a superare stereotipi; analizzare i bisogni del mercato del lavoro con un’ottica di genere per promuovere il ruolo delle donne nell’economia circolare.

Nell’ambito del progetto sono previste due borse di studio rivolte a giornaliste o aspiranti giornaliste che frequenteranno il "Corso di giornalismo d’inchiesta ambientale" e approfondiranno i loro percorso formativo presso la testata giornalistica EconomiaCircolare.com.

Il Podcast

Poderosa è un podcast che racconta sei storie di protagonismo femminile e di ecologia, storie di imprese e di associazioni che lavorano ogni giorno per trasformare quartieri, città e paesi in un’ottica circolare.

Gli Articoli

Grace Paley, la scrittrice che ha aperto la strada all’ecofemminismo

Ripercorriamo le orme di una scrittrice fuori dall'ordinario, che si batté con parole e azioni contro tutte le oppressioni, compresa quella nei confronti delle risorse del Pianeta. Autrice di quello che viene considerato il primo manifesto ecofemminista

Nicoletta Lanati: “Così ho creato progetti di upcycling nelle scuole insieme a Stella McCartney”

Da una carriera nella moda a New York ad un laboratorio a Como, con cui inizia a lavorare sui temi dell'economia circolare nelle scuole, fino alla collaborazione con la stilista inglese Stella McCartney per un progetto di upcycling per bambine e bambini. Intervista a Nicoletta Lanati

Il podcast Poderosa finalista al premio ‘il Pod’. Ecco come votare

Poderosa, il podcast Fandango nato dalla collaborazione tra A Sud, Tuba, CDCA ed EconomiaCircolare.com, è entrato tra i finalisti de 'il Pod', il premio per i migliori podcast italiani. Fino al 26 giugno è possibile votare per il premio del pubblico

Percorsi di lettura, allenare lo sguardo alla natura che ci circonda

Dalle storie collettive delle pianure modenesi ad una passeggiata con Rachel Carson e la sua meraviglia per i mondi naturali. Passando per una newsletter che intreccia un diario dell'orto a esercizi di scrittura. Ecco gli appuntamenti con le letture del mese

Cambiare vita a partire dalla passione per il vino. La storia dell’azienda Dumatt

Ripartire da zero e fare di una passione, quella del vino naturale, la propria vita. È la storia di Viviana Tomassetti e Michela Rossi che nel 2022 hanno lasciato la città per aprire un’azienda vinicola a Pitigliano, in provincia di Grosseto, sfidando un mondo a prevalenza maschile

Donne e green jobs: in India le Nazioni Unite formano le donne per i lavori del futuro

La transizione ecologica rischia di lasciare indietro le donne, se non si colma il gap di competenze nei green jobs. Ma per farlo in molte nazioni bisogna superare però numerose barriere culturali. Due programmi in India hanno formato centinaia di donne, garantendo loro nuove opportunità di reddito

Lagipoiva Cherelle Jackson è la nuova direttrice per il clima del Solutions Journalism Network

Rappresenta l'Associazione dei giornalisti di Samoa nel Consiglio di genere della Federazione internazionale dei giornalisti, è giornalista climatica pluripremiata con venti anni d'esperienza: conosciamo la nuova direttrice per il clima del Solutions Journalism Network

Torna GammaDonna, il premio che sostiene l’imprenditoria femminile

Tre appuntamenti in giro per l'Italia, per tre eventi dedicati all'imprenditoria femminile tra formazione e networking, nella ventesima edizione del premio GammaDonna

Crisi climatica, 4 semplificazioni di genere da evitare

Nella lotta alla crisi climatica e, più in generale, in tutte le pratiche e politiche connesse all'ambiente si prendono in esame dati e studi che riguardano donne e questioni di genere. Uno studio ci aiuta a fare chiarezza smontando pregiudizi e falsi assunti

Affrontare le disuguaglianze di genere nei green jobs. L’esperienza delle isole Figi

Se la conversione ecologica cambia il mondo del lavoro, è necessario che le donne abbiano opportunità di accedervi, attraverso un'adeguata formazione. Vi raccontiamo la storia di una comunità di donne delle isole Figi che ha potuto fare la differenza

Gli Approfondimenti

Facile come prendere un bus? Il divario di genere nel trasporto pubblico

Favorire il trasporto pubblico è uno dei primi passi per diminuire traffico ed emissioni all'interno delle nostre città, ma se la scelta per molte e molti di noi non fosse così semplice? Uno studio della Banca Mondiale spiega il divario di genere nella mobilità

Maria Grazia Petronio (Medici per l’ambiente): “Ecco i rischi dell’esposizione alla plastica”

Dai monomeri tossici agli additivi fino ai biofilm contenenti batteri antibiotico resistenti. Tutte le ragioni della “Campagna nazionale per la prevenzione dei rischi per la salute da esposizione alla plastica”

Da Rio alla Cop28, storia del ruolo delle donne nei trattati sul clima

Dietro agli accordi e ai trattati sul clima ci sono esigenze ambientali e, purtroppo, interessi economici. Negli anni la società civile, reti di donne, femministe e ONG, ha faticosamente cercato di incidere nei processi decisionali. Vi raccontiamo come

Disuguaglianze ed eventi estremi, la crisi climatica minaccia la comunità LGBTQIA+

Capiamo come la crisi climatica affligge in modo particolare le persone della comunità LGBTQIA+: un problema esacerbato dalle discriminazioni multiple e delle barriere sociali

(Micro)plastiche e salute: una questione (solo) femminile?

Le microplastiche sono presenti nella gran parte dei prodotti cosmetici. E prodotti rivolti ad un pubblico principalmente femminile come gli assorbenti contengono plastica. Cosa vuol dire per la salute delle donne? Il problema riguarda solo loro?