fbpx
giovedì, Maggio 30, 2024

Il 18 aprile un seminario gratuito sul racconto di storie ambientali. Come partecipare

Come intrecciare l'interesse per le storie e quello per l'ambiente? E in che modo le storie ambientali possono generare un cambiamento? Sono alcune delle domande che il Centro Italiano Storytelling porrà all'esperta Fran Stallings

Tina Nastati
Tina Nastati
Vive nel quartiere popolare di Centocelle a Roma con sua figlia Gaia, un vecchio cane - Musetto - e un vecchio gatto - Sissì. Cura il suo piccolo orto di casa sperimentando i principi dell’agricoltura naturale e rigenerativa dei suoli. Divide il suo tempo tra l’insegnamento della geografia e il gioco ludopedagogico. Ha scritto il “Manifesto dell’Educazione Ludopedagogica” insieme ad Ariel Castelo Scelza, fondatore della Ludopedagogía in Uruguay. Ha tradotto per la Collana editoriale Lucciole & Lanterne del Manifesto l’opera di Juan Pablo Bonetti “Gli arnesi della educazione e della formazione. Gioco, corpo, abbordaggi e climi”

Quale ruolo ha lo storytelling ambientale nell’epoca contemporanea, dominata dalle questioni riguardanti il clima, la sostenibilità e l’ecologia? E soprattutto, in che modo le storie ambientali possono generare un cambiamento, passando dall’enunciazione di dati e fatti a strutture narrative e comunicative che inducano all’azione e al cambiamento?

Queste sono alcune delle domande poste dal Centro Italiano Storytelling che ci invita, giovedì 18 aprile, a un incontro in presenza (a Forlì) e virtuale (online su piattaforma Teams) con la storyteller Fran Stallings, intitolato Why environmental stories matter.

Stallings è una contastorie statunitense e vive in Oklahoma, a Bartlesville. Già organizzatrice del festival “Earth Up!”, porta i suoi racconti popolari tradizionali ed “eco-racconti” basati sulla scienza in festival e conferenze negli Stati Uniti e all’estero. In qualità di formatrice nella narrazione di storie, insegna in tutto il mondo grazie alle piattaforme digitali.

Nell’ambito del progetto “Clima e legalità: sinergie e sostenibilità nelle comunità”, finanziato dalla Regione Emilia-Romagna e dal Ministero del Lavoro, il Centro Italiano Storytelling propone questo seminario sulla narrazione ambientale insieme a Fantariciclando e con il Dipartimento di Interpretazione e Traduzione dell’Università di Bologna – Campus di Forlì, il Centro Interuniversitario Ricerca Dis-4Change: Studi sul Discorso Climatico e Ambientale.

“Abbiamo incontrato Fran Stallings in India, a Bengaluru, durante il convegno della Federazione Asiatica dello Storytelling” racconta Giovanna Conforto, storyteller di fama mondiale e direttrice creativa del Centro Italiano Storytelling. “Partecipando al suo workshop, abbiamo capito che il suo era un approccio nuovo con cui volevamo confrontarci. Fran ha insegnato biologia all’università per tutta la sua carriera ma ora si dedica anima e corpo allo storytelling ambientale”.

Il Centro Italiano Storytelling è un gruppo di ricerca che esplora, condivide e sperimenta le potenzialità dello storytelling applicato, una tecnica di comunicazione che aiuta a costruire storie dotate di una struttura che ne favorisca la comprensione e accompagnate da immagini che ne trasmettano le emozioni.

Giovedì 18 aprile, dalle 15.15, Fran Stallings, in collegamento dagli Stati Uniti, dialogherà sul tema “Why environmental stories matter” con i convenuti al Teaching Hub, in Aula 9, Università di Bologna-Campus di Forlì e con tutti coloro che parteciperanno online, essendo prevista una modalità di fruizione ibrida. Obiettivo del seminario è chiarire il ruolo dello storytelling ambientale nell’epoca contemporanea, dominata dalle questioni riguardanti il clima, la sostenibilità, l’ecologia. Epoca in cui le storie sono diventate il focus della comunicazione: ma cosa si intende esattamente per storie? E in che modo le storie ambientali possono generare un cambiamento, passando dall’enunciazione di dati o fatti a strutture narrative che inducano all’azione e invitino al cambiamento?

La storia – racconta la narratrice statunitense – non offre una spiegazione scientifica, ma ha il potere straordinario di indurre gli studenti ad ascoltare, prestare attenzione, ricordare e meravigliarsi. Una volta catturato il loro interesse e invitati a chiedersi ‘Come funziona?’ possiamo iniziare a parlare di scienza”. Il seminario gratuito, della durata complessiva di 90 minuti, è in lingua inglese e prevede una sessione finale di domande e risposte in cui poter approfondire i temi trattati. Per ricevere le credenziali di accesso al seminario via Teams basta scrivere al Centro: info@centroitalianostorytelling.it.

© Riproduzione riservata

spot_img

POTREBBE INTERESSARTI

Ultime notizie