domenica, Ottobre 25, 2020

RIFIUTIAMOCI TUTTI

Economia Circolare
Economia Circolare
Redazione EconomiaCircolare.com
[di Romeo Cuoghi e Ilenia Ghità]
La Città Verde opera in un territorio circoscritto, in cui il concetto e la filosofia dell’autosufficienza viene esteso alle persone, alle loro unità abitative, ai meccanismi urbani della cittadina


Sinossi

La Città Verde opera in un territorio circoscritto, in cui il concetto e la filosofia dell’autosufficienza viene esteso alle persone, alle loro unità abitative, ai meccanismi urbani della cittadina ed al tessuto sociale che li connette.
Nel tempo si è instaurato un fecondo rapporto di corrispondenza: il territorio offre opportunità di lavoro favorendo l’occupazione dei propri cittadini, svantaggiati e non, promuovendo il rafforzamento della coesione sociale. I lavoratori, a loro volta, sono portati a svolgere la propria mansione quotidiana con elevata qualità professionale nella consapevolezza di contribuire al miglioramento del proprio ambiente di vita.
Attualmente, La Città Verde ha sede legale e operativa a Pieve di Cento (BO) e mantiene sedi operative nei comuni di Ferrara e Crevalcore.
Principio cardine della Cooperativa è il concetto di Economia Circolare nella sua interezza.
Il recupero quasi totale dei rifiuti, infatti, è  solo una piccola parte dell’obiettivo che la Città Verde si è posta dal 1991.
Al centro di questo progetto c’è l’intera vita di ogni cittadino, partendo dal reintegro, attraverso un lavoro, delle persone poste ai margini della comunità, aspetto che la cooperativa pone come fondamenta nella sua struttura organizzativa.
La Città Verde si occupa proprio di questo, dell’abbattimento di un sistema sociale volto al consumismo frenetico, allo spreco incessante e all’abbandono costante di ciò che il mondo, ancora oggi, reputa rifiuto e/o scarto.

[ngg_images source=”galleries” container_ids=”36″ display_type=”photocrati-nextgen_basic_thumbnails” override_thumbnail_settings=”0″ thumbnail_width=”240″ thumbnail_height=”160″ thumbnail_crop=”1″ images_per_page=”20″ number_of_columns=”0″ ajax_pagination=”0″ show_all_in_lightbox=”0″ use_imagebrowser_effect=”0″ show_slideshow_link=”0″ slideshow_link_text=”[Mostra slideshow]

PrecedenteOH MIO OBLÒ!
SuccessivoGUARDANDO OLTRE
Scopri la piattaforma ICESP
- Advertisement -

Ultime notizie

Un’etichetta di riciclabilità (come quella energetica) può favorire la circolarità delle plastiche

Con il responsabile della piattaforma RecyClass, Paolo Glerean, analizziamo il meccanismo messo in piedi per favorire la produzione e l’utilizzo di imballaggi plastici di qualità elevata e dunque più adatti al riciclo

Cosa resterà dopo il Covid? La risposta è resiliente e circolare

All'edizione 2020 del World Circular Economy Forum, organizzata dal fondo finlandese Sitra, si è affrontato il tema del mondo dopo la pandemia. “Le partnership sono necessarie, non puoi fare le cose da solo"

Sant’Anna di Pisa e Area Science Park di Trieste insieme per la transizione ecologica

Due eccellenze del mondo della ricerca e dell’innovazione si uniscono per elaborare progetti congiunti e attività di supporto alle imprese, per diffondere i principi chiave dell’economia circolare

Biovitae, la lampada led contro il coronavirus

Secondo il promotore Silvano Falocco, la scoperta italiana "potrebbe modificare i protocolli di sicurezza nelle scuole". Dopo lo studio preliminare del Policlinico Militare Celio di Roma, ora si attende la pubblicazione su una rivista scientifica

Plastic Pact, anche gli Usa contro l’abuso della plastica

Il consorzio mette insieme oltre 60 realtà tra aziende, agenzie governative e ong. Con l'obiettivo di recuperare il gap con l'Europa attraverso la collaborazione di colossi come Coca Cola e L'Oreal