mercoledì, Ottobre 28, 2020

TRAIT D’UNION – L’ANELLO DI CONGIUNZIONE

Economia Circolare
Economia Circolare
Redazione EconomiaCircolare.com
[di Luigi Cuppone e Giulia Cinelli]
È il lavoro che permette alla materia di rigenerarsi, di ritornare nobile come in origine, connessa alla Terra. E’ l’anello di congiunzione che riporta il legno emarginato alle luci della ribalta


Sinossi

Appena fuori Roma, a pochi passi dalla stazione ferroviaria di Orte, non in un grande magazzino ma in una piccola bottega di falegnameria, si raccoglie e ci si cura del legno abbandonato. Nessun modello di vita in bell’esposizione, da mettere nel carrello, ma tante piccole ispirazioni, pezzetti di legno che grazie al duro lavoro manuale divengon armadi, librerie, oggetti che entrano nelle nostre case e accompagno la crescita dei bambini; nel rispetto della Natura, senza abbattere nemmeno un albero.
L’artigiano, rispetto alle macchine, è capace di adattarsi a ciò di cui dispone, può produrre in base a parametri in continuo cambiamento, quale la disponibilità di legno se non si vuol usare legno nuovo. Ecco perché l’artigianato è vincente, è innovativo, in un ottica di riconversione produttiva verso mobili ecosostenibili, integrando in modo virtuoso potenziali rifiuti con una filiera il più possibile locale.
Laboratorio Linfa opera e diffonde un modus operandi allargato e inclusivo, che vede nella progettazione collaborativa e partecipata la chiave per spiegare le qualità uniche dell’handmade.
Il video permette di esplorare alcune fasi di lavorazione, dal disassemblaggio alla selezione del materiale recuperato, dalla realizzazione di piani e strutture portanti all’impiego degli scarti più piccoli in composizioni a intarsio.
Levigatura e ceratura, con sostanze unicamente naturali, riportano in vita la bellezza del legno, esaltano colori e segni acquisiti nel tempo, gli attribuiscono la famosa “patina” tipica dei mobili antichi. Tutto ciò che ci vuole insomma per rendere un oggetto intramontabile, durable (fr.).

Scopri la piattaforma ICESP
- Advertisement -

Ultime notizie

Cassa Depositi e Prestiti: un anno da 2,7 miliardi per l’economia circolare

L’iniziativa ha l'obiettivo di finanziare progetti di economia circolare con un investimento di 10 miliardi di euro in 5 anni. Nel primo anno di attività il programma ha sostenuto diversi progetti innovativi ideati da startup e aziende europee

Recovery fund, l’appello di 100 imprese per la svolta green: “Si adottino misure credibili”

Cento imprese italiane hanno firmato un appello per richiedere misure credibili e più efficaci per la transizione ecologica

Gestione circolare dei rifiuti? Per Roma è ancora utopia

Un incontro promosso dal movimento Legge rifiuti zero ha messo insieme associazioni, amministratori locali e imprese. Tutti d'accordo su un principio: alla Capitale serve un piano industriale autosufficiente, sostenibile e decentrato

Come ridurre i rifiuti dai prodotti monouso. Un vademecum per i Comuni

E' online la guida realizzata dall'Emilia Romagna che vuole supportare gli enti locali che intendono ridurre i rifiuti derivanti dall’utilizzo di prodotti in plastica monouso e altri materiali. In coerenza con il paradigma dell’economia circolare

Vaia due anni dopo: la rinascita passa dall’utilizzo del legno

A 2 anni da Vaia, la tempesta che colpì il nord est distruggendo un'area di 42.500 ettari di foreste alpine, Antonio Brunori, segretario generale di PEFC, racconta le criticità legate agli insetti e all'attacco del legno morto. Ma in questi 2 anni sono germogliate anche tante esperienze di solidarietà e circolarità che hanno dato nuova vita agli alberi abbattuti