domenica, Ottobre 25, 2020

CICLONAUTI ALLA RISCOSSA

Economia Circolare
Economia Circolare
Redazione EconomiaCircolare.com
[di Massimo Simeone]
I Ciclonauti aiutano a capire che ci può essere un mondo diverso e solidale, un mondo più verde, un mondo più BICI

Sinossi

Se non fosse per la nobiltà d’animo che contraddistingue questo bel gruppo di scalmanati, si potrebbe dire che siamo di fronte a dei “sovversivi”: vogliono andare in bici a lavoro, in vacanza, a fare la spesa, e vogliono aiutare altri a fare la stessa cosa. Basta con l’inquinamento e la puzza di gasolio, solo sgambate e aria nei polmoni.
“Impara l’arte ed insegnala a un altro”, in questo motto è racchiusa tutta la filosofia della ciclofficina del rione Monti a Roma, i Ciclonauti, abili volontari meccanici che aiutano i meno esperti a riparare le bici.
La ciclofficina mette a disposizione i propri attrezzi e i pezzi di ricambio recuperati da vecchie biciclette, sottraendole alle maglie del rifiuto indifferenziato: domeniche passate alle isole ecologiche ad intercettare le persone che vogliono disfarsi delle due ruote, il nonnino del paese lontano che deve ripulire la cantina dalle bici avute in gioventù, quell’amico che deve partire e abbandonare la bici chissà dove.
Le biciclette non si buttano, si riparano! O al massimo si smontano e si recuperano i pezzi per altre compagne in attesa di un po’ di restyling.
E si rientra nel ciclo economico trasformando camere d’aria, copertoni e un pò tutte le parti della bici in qualcosa di indossabile, che siano cinture per i pantaloni, borse, accessori o rivestimenti per divani.
La circolarità delle ruote è proprio uguale all’economia circolare che circonda il mondo delle bici. E dei Ciclonauti.

[ngg src=”galleries” ids=”64″ display=”basic_thumbnail” show_slideshow_link=”0″]

Scopri la piattaforma ICESP
- Advertisement -

Ultime notizie

Un’etichetta di riciclabilità (come quella energetica) può favorire la circolarità delle plastiche

Con il responsabile della piattaforma RecyClass, Paolo Glerean, analizziamo il meccanismo messo in piedi per favorire la produzione e l’utilizzo di imballaggi plastici di qualità elevata e dunque più adatti al riciclo

Cosa resterà dopo il Covid? La risposta è resiliente e circolare

All'edizione 2020 del World Circular Economy Forum, organizzata dal fondo finlandese Sitra, si è affrontato il tema del mondo dopo la pandemia. “Le partnership sono necessarie, non puoi fare le cose da solo"

Sant’Anna di Pisa e Area Science Park di Trieste insieme per la transizione ecologica

Due eccellenze del mondo della ricerca e dell’innovazione si uniscono per elaborare progetti congiunti e attività di supporto alle imprese, per diffondere i principi chiave dell’economia circolare

Biovitae, la lampada led contro il coronavirus

Secondo il promotore Silvano Falocco, la scoperta italiana "potrebbe modificare i protocolli di sicurezza nelle scuole". Dopo lo studio preliminare del Policlinico Militare Celio di Roma, ora si attende la pubblicazione su una rivista scientifica

Plastic Pact, anche gli Usa contro l’abuso della plastica

Il consorzio mette insieme oltre 60 realtà tra aziende, agenzie governative e ong. Con l'obiettivo di recuperare il gap con l'Europa attraverso la collaborazione di colossi come Coca Cola e L'Oreal