sabato, Settembre 30, 2023

Umbria Green Festival, festival green dove la natura fa spettacolo

Intrattenimento, scienza e sostenibilità: fino al 30 settembre concerti, spettacoli, performance in cui la natura e la sostenibilità sono protagonisti

EconomiaCircolare.com
EconomiaCircolare.com
Redazione EconomiaCircolare.com

Arte, scienza, intrattenimento, filosofia e sostenibilità. Tutto insieme nella cornice di un festival itinerante nel ‘cuore verde d’Italia’. Umbria Green Festival è tutto questo. Umbria Green Festival è il primo e unico festival green in Umbria. Un progetto artistico che mette insieme esperti di energia e ambiente, scienziati, artisti, filosofi per raccontare il futuro. Nato nel 2016 per unire tutte le arti e la scienza nel segno della natura – racconta Daniele Zepparelli, direttore artistico dell’iniziativa – si propone, tramite una rete di eventi, di diffondere il paradigma sostenibile attraverso spettacoli, talk show e concerti in cui è la natura stessa a fare da protagonista. Il suo svolgimento è itinerante nei luoghi più caratteristici dell’Umbria”.

Promosso da Techne, azienda nel settore delle energie rinnovabili, della mobilità elettrica e del turismo sostenibile, e dall’associazione culturale De Rerum Natura, si tiene in diverse location umbre dal 21 marzo al 30 settembre attraverso una serie di appuntamenti in cui “scienza, filosofia, letteratura, arte diventano il deposito di voci, prospettive, sguardi cui attingere in maniera composita e profonda per ridisegnare il mondo in cui viviamo”, racconta ancora Zepparelli.

“Dobbiamo capire che il concetto di sostenibilità, come scrive Amitav Ghosh ne La Grande Cecità, esprime ormai l’interezza del nostro essere nel tempo”, scrive ancora Zepparelli nel Bilancio di sostenibilità 2022 che rendiconta gli impatti del festival e di Techne. “Il grande, insostituibile ruolo della finzione narrativa è l’immaginazione, immaginare altre possibilità! Questo tenta di fare Umbria Green Festival: immaginare altre possibilità, perché la scienza, l’innovazione, la tecnologia, le idee, dimostrano che un futuro diverso è possibile. Il futuro, per forza di cose, dovrà essere sostenibile, o non sarà”.

Oltre 5000 presenze l’anno scorso, 600 mila utenti raggiunti su Facebook, 31 mila su Instagram, Umbria Green Festival ha visto il Premio Cultura in Verde 2022 organizzato dalla Fondazione Ecosistemi nell’ambito del Forum Nazionale Compraverde BuyGreen “per essersi distinto per le pratiche di riduzione di CO2 sull’intero territorio dell’Umbria attraverso delle soluzioni innovative e all’avanguardia.”

Leggi anche: Il turismo sostenibile viaggia sui social: quali profili seguire per saperne di più

Sostenibilità in scena

La transizione ecologica, il passaggio da modi di vivere, produrre e consumare molto impattanti ad altri, radicalmente diversi, con effetti sempre minori sugli ecosistemi, non è affatto un processo scontato né delegabile in toto alla tecnologia. “Per riuscire in questa missione – sottolinea – il direttore artistico dell’Umbria green festival- è necessario innescare una riconversione prima di tutto culturale, che passi attraverso l’empatia, il coinvolgimento emotivo, stimolando la consapevolezza del singolo”. Anche per questo nasce il festival. Diverse, come diverse possono essere le manifestazioni artistiche, le chiavi di lettura, le lenti attraverso la quali il festival descrive, racconta, spiega la sostenibilità ambientale. Qualche esempio. “A qualcuno piace caldo – Conferenza spettacolo sul clima che cambia“  portato in scena da Stefano Caserini, titolare del corso di Mitigazione dei cambiamenti climatici al Politecnico di Milano e coautore dello spettacolo, è un racconto scientifico, fatto di immagini, animazioni, dati, musica e video, e insieme un’analisi di come individualmente e collettivamente stiamo affrontando o potremmo affrontare la questione climatica: andrà in scena il 26 agosto ad Assisi. Due giorni prima, il 24 agosto, all’Anfiteatro Romano di Terni, vedremo i Marlene Kuntz nel loro “Karma Clima Tour” con cui portano in giro per l’Italia l’ultimo disco (Karma Clima) e l’’omonimo progetto della band che unisce arte e sostenibilità.

Polimero, un burattino di plastica” è una favola ecologista – da un’idea di Giobbe Covatta, voce recitante Gene Gnocchi, musiche Stefano Nanni, Orchestra Bruno Maderna, in scena ad Acquasparta, Terni, il 7 settembre – che rivisita in chiave attuale la storia di Pinocchio: Il burattino diventa un bambolotto di plastica; dentro alla pancia della balena ci finisce un sacco di plastica; Mangiafuoco è un grande inceneritore, mentre il bambolotto Polimero chiede alla fata di diventare biodegradabile”.

Vincenzo Schettini è Il professore di fisica più social d’Italia – oltre due milioni di follower seguono i suoi canali, Premio Elsa Morante per il suo “La Fisica che ci piace” – il 9 settembre, all’Auditorium San Domenico di Narni (TR) si esibirà ne “La Fisica Green”, viaggio nella natura della fisica e nella fisica della natura.

E poi tanti altri artisti: da Francesco Montanari (Terni, 4 agosto) a Roy Paci (8 agosto, Spoleto – PG), a Marco Paolini (Assisi, 25 agosto).

Leggi anche: Centri estivi circolari e rinnovabili: nel 2023 sempre più di moda i campus ecofriendly

Sostenibilità in azione

Oltre che sulla scena, all’Umbria green festival la sostenibilità entra in azione, soprattutto per quanto riguarda la riduzione delle emissioni. Per tutti gli spostamenti logistico-operativi del festival si impiegano, infatti, esclusivamente veicoli elettrici. L’energia impiegata è 100% rinnovabile certificata. Si riducono così le emissione di gas climalteranti. E “grazie in particolare alle attività svolte in materia di efficientamento energetico e allo sviluppo della mobilità elettrica, Techne riesce a più che compensare le emissioni generate dalle installazioni e dalle attività culturali dei suoi eventi”. Tutti gli eventi sono rigorosamente plastic free (utilizzo di stoviglie mono-uso in Mater-Bi). Gli impatti degli eventi sono stati rendicontati (relativamente al 2021) attraverso un bilancio di sostenibilità.

© Riproduzione riservata

spot_img

POTREBBE INTERESSARTI

Ultime notizie