domenica, Novembre 1, 2020

L’Atlante dei virtuosi dell’economia circolare

Economia Circolare
Economia Circolare
Redazione EconomiaCircolare.com

[di Fabrizio Cavallina su EarthDay.it del 06.12.2017]

Su una piattaforma web 100 esempi in Italia di realtà e esperienze di green economy, tra raccolta differenziata, consumo responsabile e recupero dei materiali. Perché l’economia circolare va attuata e raccontata

Incoraggiare l’economia circolare raccontandone le storie. Nasce il primo Atlante Italiano dell’Economia Circolare formato da cento esempi d’imprese virtuose, di stintesi per aver posto al centro della propria esperienza il riutilizzo, il consumo responsabile e la riduzione degli sprechi, piuttosto che la diminuzione dei rifiuti durante il ciclo produttivo. Una piattaforma web “geo-referenziata e interattiva”, creata attorno ad un archivio composto da un elenco di realtà economiche capaci di fondere gli elementi principali dell’economia circolare.

Il progetto è stato lanciato da Ecodom, il principale Consorzio italiano per il recupero dei RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) e da CDCA, il primo Centro di Documentazione sui Conflitti Ambientali in Italia. Tra le esperienze di economia circolare inserite nell’Atlante il 21% figura in Lombardia, al primo posto, seguita da Lazio (15%), Toscana (12%), Emilia Romagna (7%) e Veneto (7%). Roma, da questo punto di vista, appare come la città più attiva con 15 esempi virtuosi mentre da Milano ne provengono in totale 12.

Le esperienze appartengono a settori diversi fra loro: il 18% sono aziende che si occupano del recupero dei rifiuti, come Bimora che ha realizzato la macchina dei vuoti a rendere per la raccolta differenziata; oppure Junker, un’app che riconosce il rifiuto e indica in quale contenitore gettarlo. Il 15% delle realtà nell’Atlante sono, invece, produttori di abbigliamento e accessori, come Carmina Campus che con i fondi delle lattine ha creato una linea di design di bracciali, anelli, orecchini e collane. Il 14% delle aziende segnalate si occupa di arredo e edilizia: BAG è uno studio di progettazione in bio architettura con materiali provenienti dall’ambiente, riciclati e a chilometro 0, oppure Lessmore è una realtà che realizza arredi con materiali completamente riciclati. Il settore alimentare è protagonista con il 10% delle esperienze nell’Atlante, tra cui figura Funghi espresso che utilizza i fondi dei caffè per coltivare i funghi oppure l’esempio di Equoevento che si occupa di distribuire gli scarti alimentari dei grandi eventi alle mense popolari e a famiglie in condizioni economiche non agiate.

Contestualmente all’Atlante italiano dell’Economia circolare è stato lanciato anche il Concorso Storie di Economia Circolare; trattasi di un contest a premi patrocinato dall’Ordine dei Giornalisti e dal Ministero dell’Ambiente, rivolto a giornalisti, fotografi, videomaker e scrittori per raccontare attraverso le più diverse forme espressive – video, foto, radio e scrittura – storie di economia circolare. I vincitori saranno quattro per categoria e saranno selezionati tramite una votazione on-line e in seguito scelti da una giuria di esperti.

 

Vai all’articolo su EarthDay.it

Scopri la piattaforma ICESP
- Advertisement -

Ultime notizie

A Prato torna Recò, il festival che diffonde circolarità

Un'agenda ricca di appuntamenti, con interventi di esperti internazionali e tante storie di economia circolare. Il festival toscano si rigenera con podcast, live streaming e contest online

Cassa Depositi e Prestiti: un anno da 2,7 miliardi per l’economia circolare

L’iniziativa ha l'obiettivo di finanziare progetti di economia circolare con un investimento di 10 miliardi di euro in 5 anni. Nel primo anno di attività il programma ha sostenuto diversi progetti innovativi ideati da startup e aziende europee

Recovery fund, l’appello di 100 imprese per la svolta green: “Si adottino misure credibili”

Cento imprese italiane hanno firmato un appello per richiedere misure credibili e più efficaci per la transizione ecologica

Gestione circolare dei rifiuti? Per Roma è ancora utopia

Un incontro promosso dal movimento Legge rifiuti zero ha messo insieme associazioni, amministratori locali e imprese. Tutti d'accordo su un principio: alla Capitale serve un piano industriale autosufficiente, sostenibile e decentrato

Come ridurre i rifiuti dai prodotti monouso. Un vademecum per i Comuni

E' online la guida realizzata dall'Emilia Romagna che vuole supportare gli enti locali che intendono ridurre i rifiuti derivanti dall’utilizzo di prodotti in plastica monouso e altri materiali. In coerenza con il paradigma dell’economia circolare