mercoledì, Giugno 23, 2021

NON BISOGNA DIRE MOBILI VECCHI

Economia Circolare
Redazione EconomiaCircolare.com
[di Marco Fantacuzzi e Davor Marinkovic]
“Il Martin Pescatore” è una cooperativa sociale, impegnata nel restauro dei mobili e nel recupero delle persone, che conserva la memoria del legno mettendo in pratica l’economia circolare

Sinossi

Da trent’anni la cooperativa sociale “Il Martin Pescatore” si occupa di coniugare l’impegno ecologico con quello sociale. Con un laboratorio e un magazzino nella periferia di Bologna, di recente svolge anche un’attività di sgombero e recupero di mobili usati, che andrebbero al macero, e li restaura portandoli a nuova vita. Le mani che fanno riemergere la memoria del legno sono quelle di persone in condizioni svantaggiate mandate dal Centro di Salute Mentale, o da altri servizi sociali, e che la cooperativa
accoglie come in una grande famiglia.
Quando il restauro non è commissionato, i mobili, con tutta la loro storia, vengono donati alla cooperativa. Qui, sotto la supervisione di un restauratore esperto, il legno viene pulito, levigato, ripensato e verniciato. Ognuno ha la sua funzione e si sente utile, nel rispetto dei suoi tempi e delle sue capacità. I mobili vengono poi venduti a prezzi accessibili per permettere all’oggetto di rientrare in circolo e la cooperativa si occupa della consegna a casa dei clienti.

Scopri la piattaforma ICESP

POTREBBE INTERESSARTI

Ultime notizie