domenica, Ottobre 25, 2020

BIOMETANO. IL VOLO DEL FUTURO

Economia Circolare
Economia Circolare
Redazione EconomiaCircolare.com
[di Rita Missiroli]
Nasce il primo stabilimento in Italia che produce biometano solo a partire dagli scarti della terra. Là, dove il volo delle cicogne indica la genesi di un futuro possibile

Sinossi

È stato inaugurato il 6 giugno scorso a Faenza (RA) , in Emilia-Romagna, il primo impianto in Italia che produce biometano avanzato, così chiamato perché generato a partire esclusivamente da scarti dell’industria agroalimentare: quindi non da rifiuti urbani, e senza sottrarre terreno alle coltivazioni per produrre biogas.
Lo ha realizzato la Caviro, uno dei più grandi gruppi vitivinicoli italiani, tramite la sua società Caviro Extra.
Sorge a fianco dell’Oasi del Cicogne, a sua volta sostenuta dal gruppo. 
Nato dalla riconversione di un preesistente impianto di biogas, lo stabilimento utilizza come materia prima esclusivamente i rifiuti delle industrie agroalimentari del territorio (dalla distillazione al lattiero-caseario, passando per ortofrutta , industria dolciaria e non solo).
Scarti che tramite un processo di digestione anaerobica vengono trasformati in prodotti nobili: biometano (particolarmente puro perché privo di idrocarburi di origine fossile), anidride carbonica – riutilizzabile in molteplici settori (come la produzione di bevande gassate) – , e che così non viene immessa in atmosfera, ma anche fertilizzante naturale per l’agricoltura.
Tornando proprio da dove tutto parte: dalla terra alla terra.
E il cerchio si chiude.

Scopri la piattaforma ICESP
- Advertisement -

Ultime notizie

Un’etichetta di riciclabilità (come quella energetica) può favorire la circolarità delle plastiche

Con il responsabile della piattaforma RecyClass, Paolo Glerean, analizziamo il meccanismo messo in piedi per favorire la produzione e l’utilizzo di imballaggi plastici di qualità elevata e dunque più adatti al riciclo

Cosa resterà dopo il Covid? La risposta è resiliente e circolare

All'edizione 2020 del World Circular Economy Forum, organizzata dal fondo finlandese Sitra, si è affrontato il tema del mondo dopo la pandemia. “Le partnership sono necessarie, non puoi fare le cose da solo"

Sant’Anna di Pisa e Area Science Park di Trieste insieme per la transizione ecologica

Due eccellenze del mondo della ricerca e dell’innovazione si uniscono per elaborare progetti congiunti e attività di supporto alle imprese, per diffondere i principi chiave dell’economia circolare

Biovitae, la lampada led contro il coronavirus

Secondo il promotore Silvano Falocco, la scoperta italiana "potrebbe modificare i protocolli di sicurezza nelle scuole". Dopo lo studio preliminare del Policlinico Militare Celio di Roma, ora si attende la pubblicazione su una rivista scientifica

Plastic Pact, anche gli Usa contro l’abuso della plastica

Il consorzio mette insieme oltre 60 realtà tra aziende, agenzie governative e ong. Con l'obiettivo di recuperare il gap con l'Europa attraverso la collaborazione di colossi come Coca Cola e L'Oreal