fbpx
domenica, Dicembre 3, 2023

Tessile, riuso, Raee e tanto altro. Gli eventi di EconomiaCircolare.com a Ecomondo 2023

Alla nuova edizione di Ecomondo, l’appuntamento di Rimini per l’innovazione tecnologica dell’economia circolare e verde, il nostro magazine sarà presente con una ricca programmazione. Talk, interviste e convegni, con tre nuovi pubblicazioni sulla filiera tessile, su RAEE e materie prime critiche e sul riuso

EconomiaCircolare.com
EconomiaCircolare.com
Redazione EconomiaCircolare.com

Dal 7 al 10 novembre al Rimini Expo Centre torna Ecomondo, la 26ª edizione della fiera internazionale dell’innovazione tecnologica dell’economia circolare e verde. La manifestazione di Italian Exhibition Group, conta quest’anno 80 eventi e oltre 200 ore di contenuti tra convegni e workshop,  500 brand espositori per 15 mila metri quadrati di superficie espositiva, 300 i buyer di alto profilo provenienti dall’estero e 280 delegati.

Saranno sei le macroaree tematiche su cui si articoleranno gli eventi: Waste as Resource, Sites & Soil Restoration, Circular & Regenerative Bio-economy, Bio-Energy & Agroecology, Water Cycle & Blue Economy, Environmental Monitoring & Control.

Come di consueto, l’evento si terrà in contemporanea con gli Stati Generali della Green Economy, promossi dal Consiglio Nazionale della Green Economy, in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza energetica, nell’ambito dell’attuazione della Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile. Questa 12° edizione è dedicata a “L’economia di domani” e cioè un’economia che sarà decarbonizzata, circolare e rigenerativa.

Gli appuntamenti di EconomiaCircolare.com

Anche quest’anno il nostro magazine sarà presente a Ecomondo con una ricca programmazione di eventi. Potete trovarci dalle 9 alle 18:30 dal 7 al 10 novembre, al padiglione B3, stand n. 514 del Rimini Expo Centre, da dove trasmetteremo i nostri talk che portiamo in fiera. 

Di seguito gli appuntamenti organizzati da EconomiaCircolare.com:

Martedì 7 novembre dalle 17 alle 18  presso la Textile Room Padiglione B3

Apriamo la discussione sulla necessità di aggiungere nuovi tasselli al giornalismo costruttivo e al contrasto al greenwashing, con una proposta formativa che metta al centro l’ecodesign, le nuove competenze e le professioni della doppia transizione, affiancando istituzioni, imprese e comunità nella costruzione di un’economia libera dalle energie fossili e in grado di preservare e rigenerare le risorse naturali.

Coordina Alessandra De Santis, coordinatrice esecutiva EconomiaCircolare.com

Mercoledì 8 novembre dalle 17 alle 18:30 presso la Workshop Area del Textile District Padiglione B3

Il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza energetica ha predisposto uno schema di decreto per istituire il sistema EPR, cioè la Responsabilità estesa del produttore, per il tessile. In quest’occasione EconomiaCircolare.com presenterà la seconda edizione del suo Quaderno sulla sfida del tessile circolare e apre la riflessione su alcuni punti nodali insieme ai diversi attori della filiera.

Coordina Raffaele Lupoli, direttore editoriale EconomiaCircolare.com

Giovedì 9 novembre dalle 17 alle 18:30  presso la Workshop Area del Textile District Padiglione B3

Proponiamo un confronto tra esperti, imprese, istituzioni e consorzi per analizzare gli scenari aperti dal Regolamento europeo sugli imballaggi e i rifiuti da imballaggio (PPWR), presentando il nuovo Quaderno sul riuso, che consentirà di analizzare le caratteristiche, di approfondire le ricerche in materia e di conoscere le pratiche imprenditoriali connesse.

Coordina Daniele Di Stefano, giornalista di EconomiaCircolare.com

Venerdì 10 novembre dalle 10:30 alle 11:30 presso la Workshop Area del Textile District Padiglione B3

Il Critical Raw Materials Act, il Regolamento europeo in fase di discussione, impone limiti precisi per il recupero di questi materiali, ma l’Italia è davvero pronta? E la via della riapertura delle miniere è davvero praticabile nel nostro Paese? Ne discuteremo con esperti e addetti ai lavori, partendo dai contenuti del nuovo Quaderno di Economiacircolare.com dedicato proprio a RAEE e materie prime critiche.

Coordina Andrea Turco, giornalista di EconomiaCircolare.com.

Leggi anche: La convenienza economica del riuso: lo studio di Zero Waste Europe e Searious Business

Gli appuntamenti ai quali partecipiamo

Saremo inoltre presenti a un grande numero di eventi su cultura sostenibile, ITS Academy, deposito su cauzione, ecodesign e, naturalmente, economia circolare. 

Tra questi segnaliamo l’appuntamento del 9 novembre dalle 14 alle 15 presso l’Innovation Arena – Hall Sud, a cura di Erion Packaging, dal titolo “Gli imballaggi dei prodotti tecnologici: tra innovazione sostenibile e nuovo Regolamento europeo”. Modera l’evento il nostro direttoriale editoriale, Raffaele Lupoli

Sempre giovedì 9 novembre, dalle 19 all’Admiral Art Hotel di Rimini, si terrà “Fuori Ecomondo by Erion”, una serata di networking e confronto organizzata dai Consorzi Care, Energy e Packaging e con il sostegno di Ecomondo. Interviene Alessandra De Santis, coordinatrice esecutiva di EconomiaCircolare.com,  modera Chiara Iannacone, giornalista e Communication & Marketing specialist di EconomiaCircolare.com.

[Tutti gli eventi di EconomiaCircolare.com a Ecomondo]

I Quaderni di EconomiaCircolare.com

Nella convinzione che sia necessario estendere il dibattito su questioni che trattiamo quotidianamente con il nostro lavoro giornalistico,  presenteremo, come anticipato, tre nuovi numeri della collana “I Quaderni di EconomiaCircolare.com”, dedicati alla circolarità nella filiera tessile,  alle materie prime critiche e ai Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche, meglio noti come RAEE, e al riuso, anche in relazione al recente voto all’Europarlamento sul cosiddetto Regolamenti Imballaggi.

Nello specifico, nel quaderno Istruzioni per il riuso. Il Regolamento imballaggi e le “R” prima del riciclo, EconomiaCircolare.com dà spazio al tema della riduzione dei rifiuti e in particolare al riuso, al centro della proposta di Regolamento della Commissione europea. Il riuso è essenziale per ridurre i rifiuti, il consumo di energia e di materia che ne alimenta la produzione, e le relative emissioni climalteranti. 

Nel quaderno Trame sostenibili. Il futuro del tessile tra responsabilità estesa e approccio di filiera, ci siamo chiesti se si può rendere meno impattante il settore tessile. Quest’ultimo infatti rappresenta la terza potenza in termini di emissioni climalteranti dopo Usa e Cina.

Con questa seconda edizione sulla sfida del tessile circolare EconomiaCircolare.com intende continuare la riflessione su alcuni punti nodali che riguardano la Responsabilità estesa del produttore (EPR), l’ecodesign, la riduzione della quantità e l’aumento della qualità, la raccolta differenziata, il riutilizzo e il riciclo, nonché altri azioni che la Commissione europea ha sollecitato con la proposta di modifica della direttiva quadro sui rifiuti. 

Infine, nel quaderno Materie prime critiche e RAEE: circolarità o nuovo estrattivismo per l’Italia? abbiamo cercato di capire se davvero le città, da intendersi come miniere urbane per via delle grandi quantità di rifiuti elettrici ed elettronici, possono contribuire a una maggiore indipendenza sulle materie prime critiche. Economiacircolare.com vuole aprire una riflessione proprio sui rifiuti di queste apparecchiature e sulle materie prime critiche per indagare lo stato dell’arte in Italia.

Leggi anche: Dove finiscono i RAEE? L’indagine di Erion e Altroconsumo: “Servono più controlli e sanzioni”

Torna l’hub del Tessile

Dalla collaborazione tra EconomiaCircolare.com ed Ecomondo torna in fiera, al padiglione B3, lo spazio dedicato al Textile District, un hub che punta ad unire gli attori della filiera, dai progettisti ai produttori, ai gestori e recuperatori del rifiuto tessile, fino a istituzioni, consorzi, associazioni di categoria e istituti di ricerca e sviluppo. L’obiettivo è ragionare della sinergia tra tutte le fasi di produzione, dall’eco-progettazione, alla produzione, al recupero post consumo.

L’area sarà a disposizione per dare voce ad alcuni dei principali stakeholder del settore tessile impegnati nella transizione circolare della filiera. Lo farà attraverso una serie di eventi durante i quattro giorni di fiera.

Per conoscere gli attori della filiera scarica il flyer dedicato al distretto tessile, con un codice invito valido per un ingresso in fiera di due giorni.

[Il programma completo di Ecomondo 2023]

© Riproduzione riservata

spot_img

POTREBBE INTERESSARTI

Ultime notizie