mercoledì, Ottobre 28, 2020

MOOK: RICICLATI AD ARTE

Economia Circolare
Economia Circolare
Redazione EconomiaCircolare.com
[di Marta Fresolone e Massimiliano Cantatore]
Cosa può nascere da un rifiuto, da un materiale di scarto? Quando il legno diventa arte, e l’arte incontra il design, nascono opere da ammirare con stupore, realizzate con la maestria artigiana di una volta

Sinossi

Mook è un laboratorio artistico nato nel 1999 da un’idea di Carlo Nannetti e Francesca Crisafulli, che ancora studenti allo IED pensarono di trasformare un’illustrazione in un oggetto creato con materiali di scarto. Guidati dalla passione per la manifattura artigianale ereditata dalla famiglia, friulani, si sono trasferiti a Roma, consapevoli del valore del recupero in una città che offre un’enorme quantità di rifiuti. Il rifiuto è diventato per loro una risorsa, a cui attingere per realizzare, con estrema creatività, delle vere opere d’arte. Amano definirsi “accumulatori compulsivi”, recuperano le cose e le assemblano dando una nuova vita agli oggetti, “affascinati da quella patina di vecchio e di memoria che rimane sui materiali che hanno già avuto una loro storia”: legni consumati dal mare, pezzi di barche, mobili antichi, finestre, ganasce, stoffe, diventano pesci, pinguini, uccelli, che arredano giardini e spazi espositivi. Da Explora il Museo dei bambini di Roma alla Villa della Porta Bozzolo-FAI di Varese, sono tanti i luoghi che ospitano le sculture e le installazioni di Mook. L’arte incontra il design in grandi aziende come Enel e Unicredit che utilizzano le opere nelle loro filiali. Lo straordinario lavoro di recupero crea una filiera virtuosa grazie all’utilizzo di oggetti che altrimenti diventerebbero rifiuti, con il valore aggiunto di usare materiali della raccolta indifferenziata. La sensibilizzazione parte da lontano: Mook organizza laboratori per bambini sull’arte del riciclo, educando al recupero persone che saranno i consumatori di domani.

Scopri la piattaforma ICESP
- Advertisement -

Ultime notizie

Recovery fund, l’appello di 100 imprese per la svolta green: “Si adottino misure credibili”

Cento imprese italiane hanno firmato un appello per richiedere misure credibili e più efficaci per la transizione ecologica

Gestione circolare dei rifiuti? Per Roma è ancora utopia

Un incontro promosso dal movimento Legge rifiuti zero ha messo insieme associazioni, amministratori locali e imprese. Tutti d'accordo su un principio: alla Capitale serve un piano industriale autosufficiente, sostenibile e decentrato

Come ridurre i rifiuti dai prodotti monouso. Un vademecum per i Comuni

E' online la guida realizzata dall'Emilia Romagna che vuole supportare gli enti locali che intendono ridurre i rifiuti derivanti dall’utilizzo di prodotti in plastica monouso e altri materiali. In coerenza con il paradigma dell’economia circolare

Vaia due anni dopo: la rinascita passa dall’utilizzo del legno

A 2 anni da Vaia, la tempesta che colpì il nord est distruggendo un'area di 42.500 ettari di foreste alpine, Antonio Brunori, segretario generale di PEFC, racconta le criticità legate agli insetti e all'attacco del legno morto. Ma in questi 2 anni sono germogliate anche tante esperienze di solidarietà e circolarità che hanno dato nuova vita agli alberi abbattuti

Un’etichetta di riciclabilità (come quella energetica) può favorire la circolarità delle plastiche

Con il responsabile della piattaforma RecyClass, Paolo Glerean, analizziamo il meccanismo messo in piedi per favorire la produzione e l’utilizzo di imballaggi plastici di qualità elevata e dunque più adatti al riciclo