fbpx
venerdì, Luglio 12, 2024

Riuso degli imballaggi, ecco chi già lo fa, anche in Italia

Il riuso degli imballaggi è già realtà. Ma è più diffuso in Paesi che, contro il modello estrattivo ed inquinante dell’usa e getta, lo sostengono grazie a norme specifiche

EconomiaCircolare.com
EconomiaCircolare.com
Redazione EconomiaCircolare.com

Oggi che il Parlamento europeo vota in plenaria sul regolamento imballaggi, EconomiaCircolare.com continua nel proprio impegno per mostrare come riuso e riciclo, presentati spesso in questo ultimi mesi come avversari, sono invece alleati nell’ambito dell’economia circolare. E lo facciamo oggi con una lista di esperienze che dimostrano che il riutilizzo degli imballaggi non è pura teoria ma è un pratica virtuosa alternativa all’usa e getta che alcune imprese hanno già implementato. E lo hanno fatto soprattutto in Paesi che, contro il modello estrattivo ed inquinante dell’usa e getta, hanno agevolato e sostenuto questa pratica.

Qui di seguito, quindi, molto schematicamente e senza pretesa di esaustività, alcune norme a favore del riutilizzo degli imballaggi nei Paesi europei, e alcune esperienze (tratte dal nostro Quaderno “Istruzioni per il riuso. Il Regolamento imballaggi e le R prima del riciclo”) con l’obiettivo principale di mostrare cosa si può fare, con quali modelli di business e per quali settori.

Le norme esistenti nei Paesi europei per sostenere il riutilizzo degli imballaggi

Al di là del discusso regolamento imballaggi, diversi Stati europei hanno già in vigore alcune leggi per promuovere il riutilizzo.

Eccone una rapidissima e non esaustiva carrellata:

Francia, Legge sull’economia circolare (legge n° 2021-1104 del 22 agosto 2021): a partire dal 1° gennaio 2023, i pasti e le bevande consumati in loco devono essere serviti in contenitori riutilizzabili;

Lussemburgo, Legge del 9 giugno 2022: a partire dal gennaio 2025, contenitori, vassoi, piatti e posate utilizzati nel contesto dei pasti da asporto dovranno essere riutilizzabili;

Germania, la legislazione sull’immissione sul mercato, la restituzione e il riciclaggio di alta qualità degli imballaggi prevede che dal gennaio 2023 i ristoranti e i locali da asporto con una superficie superiore a 80 metri quadrati e 5 dipendenti offrano tazze e contenitori per alimenti riutilizzabili;

Portogallo, decreto-legge 78/2021: impone che entro gennaio 2024 i ristoranti siano tenuti a fornire ai propri clienti imballaggi riutilizzabili (attraverso una cauzione) per i cibi da asporto o per la consegna di cibo e bevande. Inoltre, i ristoranti devono fornire utensili riutilizzabili per il consumo in loco di cibo o bevande nei loro locali;

Paesi Bassi, il “Regolamento sui prodotti di plastica monouso” stabilisce che gli operatori del settore Horeca devono fornire all’utente finale un’alternativa riutilizzabile ai contenitori di plastica monouso per il consumo di bevande o alimenti da asporto.

Leggi anche lo SPECIALE | Regolamento Imballaggi

Esperienze di riutilizzo degli imballaggi

Around

Settore:  Food

Cosa:  Around offre servizio di packaging riutilizzabile. Il cliente noleggia tramite app il contenitore in ristoranti selezionati. Una volta pagato per la pietanza, mostrando il QR code la preleva con gli imballaggi Around. Si hanno poi 7 giorni di tempo per riportare il contenitore pulito nel locale dove è stato acquistato il pasto.

Dove: Sono partiti a Milano e pian piano anche a Torino, Firenze, Roma

Quando: dal 2021

Quanti: Ad oggi sono 30 i ristoranti che hanno deciso di collaborare con Around.

Vantaggi: L’azienda stima un risparmio di 26 kg di Co2 per ogni contenitore che può essere utilizzato 200 volte prima di essere riciclato (LCA by Up2You)

Per approfondire: https://economiacircolare.com/imballaggi-riutilizzabili-around-app-riuso/

Bibak

Settore:  Food (Ristorazione collettiva, Fast food, Eventi, GDO)
Cosa: Servizi per progettare la restituzione delle stoviglie riutilizzabili e massimizzare il riutilizzo (ad esempio incentivi quali deposito su cauzione o reso premiato); controllo dei dati e dei flussi di scorte e quello finanziari grazie al tracciamento dei contenitori; terminali di restituzione per raccoglierli.

Dove: Francia

Quando: dal 2018

Quanti: Secondo l’azienda i partner che adottano i suoi servizi sarebbero circa 200

Partner: Burger King, Uber Eats, mense come Danone, Engie, Hermès, Boston Consulting Group

Vantaggi: Secondo l’azienda sono stati evitati 2,3 milioni di imballaggi monouso

Per approfondire: https://www.bibak.fr/

Burger King – Germania 

Settore: food

Cosa:   Burger King ha optato per il sistema riutilizzabile testando l’uso di bicchieri per bevande e tazze ad uso multiplo. Si addebita un deposito di un euro ciascuno per tazze e coperchi. Per il lavaggio delle stoviglie direttamente nel ristorante, Burger King dota le sue cucine di lavastoviglie da metà 2022. La restituzione e il rimborso del deposito non sono possibili solo in ogni ristorante Burger King, ma possono essere effettuati anche presso uno degli oltre 16.500 partner Recup in Germania.

Dove: Germania. Progetto pilota partito a Colonia a Marzo 2022 con i bicchieri per bevande
Quando: dall’inzio del 2023

Quanti: i 750 Burger King presenti in Germania

Partner: Recup

Per approfondire: https://bp-consultants.de/en/mcdonalds-and-burger-king-introduce-reusable-packaging/

CPR System

Settore: logistica

Cosa: produzione, movimentazione, riciclo di cassette in plastica a sponde abbattibili, con focus per l’agroalimentare.

Dove: Italia, Emilia Romagna, Tarquinia (VT) e Aprilia (RM)

Quando: dal 1998

Quanti: associa oltre 1.000 imprese agricole, GDO, e del settore dei servizi e trasporto

Partner: Coop, Conad, Pam, Bennet, Il Gigante, Gruppo Arena, Despar, Gruppo Finiper, Carrefour, Supermercati Tosano, Supermercati Gulliver, Amazon, Chiesi, Lucart, Metro, Penny, Esselunga

Per approfondire: https://economiacircolare.com/intervista-monica-artosi-cpr-systems

Coca Cola
Settore  Food e Beverage

Cosa: Attualmente, per il mercato austriaco, sono prodotte bottiglie di vetro restituibili da 1 litro per i prodotti Coca-Cola, Coca-Cola Zero Sugar, Fanta Orange e Sprite, ma dato che  il 62% dei consumatori austriaci apprezza la sostenibilità ambientale nella scelta dei prodotti la multinazionale ha deciso di avviare una nuova linea di imbottigliamento di vetro restituibile ad alta velocità. La linea produrrà bottiglie di vetro restituibili e risigillabili da 400 ml.

Secondo l’azienda, gli imballaggi rappresentano il 34% delle emissioni Scope 3 nell’intera catena di fornitura di Coca-Cola HBC.

Dove: Edelstad, Austria, il primo esempio nei 29 mercati della Coca-Cola HBC.

Partner: Governo Austriaco e Blue Ocean Closures (tappi di origine vegetale e biodegradabili)

Per approfondire: https://www.packaginginsights.com/news/coca-cola-hbc-opens-new-high-speed-returnable-glass-bottling-line-in-austria.html?utm_source=Newsletter&utm_medium=email&utm_content=2+Oct+%7C+Appetite+Creative+on+supply+chain+%22revolution%22+-+Notpla+gains+SUPD+exemption+-+Smurfit+Kappa+invests+%E2%82%AC5M+in+Serbian+waste+water+plant&utm_campaign=2023-09-25-+PI+Daily+%28SP+Group%29

DeliverZero

Settore: Food

Cosa: Imballaggio da asporto riutilizzabile fino a 1000 volte. Al cliente finale è richiesto un extra. Può essere riconsegnato in punti di ritiro, in ristoranti partner o richiedendo il ritiro a domicilio

Dove: New York, Los Angeles, vari ristoranti in Colorado

Quando: dal 2021

Partner: Tra gli altri Whole Foods Market, Uber Eats, Amazon, Gently (logistica)

Per approfondire: https://www.deliverzero.com/

Leggi anche lo SPECIALE | Giornalismo costruttivo

JD.com

Settore: ecommerce

Cosa: JD.com è la seconda piattaforma di commercio elettronico più grande della Cina, dietro Alibaba Group e davanti a Pinduoduo. Terza nel mondo dopo Amazon e Alibaba. Il programma sul riuso offre ai clienti la possibilità di scegliere imballaggi riutilizzabili per i loro pacchi di piccole e medie dimensioni, restituendo le scatole al personale addetto alle consegne dopo aver ricevuto l’ordine.

Dove: Cina, Vietnam, Indonesia, Thailandia.

Quando: dal 2018

Quanti:  al momento dell’avvio il servizio di imballaggi riutilizzabili copriva 20 città della Cina.

Per approfondire: https://insideretail.asia/2018/10/25/jd-launches-reusable-packaging-initiative/

LivingPackets

Settore ecommerce, art, luxury,
Cosa: “The Box” è un contenitore di spedizione intelligente e sostenibile che può essere rintracciato in qualsiasi momento e riutilizzato fino a 1.000 volte. Nasce come alternativa riutilizzabile alle scatole di cartone. Include un tracker, uno schermo per mostrare i dettagli della spedizione del pacco, un meccanismo di supporto interno per tenere in posizione e proteggere gli oggetti; un sistema di bloccaggio della chiusura per evitare furti, la cui apertura è controllabile da remoto. Box pro è anche impermeabile.

Dove: Francia, Germania, Inghilterra, Svizzera 

Quando: dal 2016

Partner:  Mail Boxes ETC, Victoire Family Eyes, Goodiz Print

Per approfondire: https://livingpackets.com/

McDonald’s – Germania

Settore: food

Cosa:  McDonald’s e la catena logistica HAVI insieme per sviluppare una soluzione di imballaggio riutilizzabile a livello nazionale in cui ai consumatori vengono offerti imballaggi riutilizzabili per frappè, bevande e gelati in cambio di una cauzione di 1 euro che viene riscattata al momento della restituzione dell’ imballaggio.

Dove: Germania

Quando: dall’inizio del 2023

Quanti: i 1450 McDonald’s presenti in Germania

Partner: HAVI (azienda globale di logistica)

Per approfondire: https://www.packaging-360.com/en/food-en/mcdonalds-germany-tests-its-own-reusable-deposit-system/

Leggi anche: I 10 anni del Festival di Giacimenti Urbani a Milano, tra riuso, cinema e meditazione

Movopack

Settore: ecommerce, logistica
Cosa: Packaging riutilizzabile per spedizioni. Niente più cartone che poi viene buttato via, niente più monouso, ma un’alternativa che consente di riutilizzare gli imballaggi fino a 20 volte. Una volta ricevuti i prodotti con Movopack, i clienti possono semplicemente infilare il packaging nella cassetta postale più vicina: già preaffrancata, la busta Movopack tornerà a casa per il prossimo riutilizzo.
Dove: da Milano in tutta Europa

Quando: dal 2021

Quanti: Al momento ci sono circa 40.000 Movopack in circolazione in tutta Europa.
Partner: Erion, Yamamay, Disegnetti Depressetti, Raja, EcoStore, Deha, Z Farmacia, Fluyda, Pretty You London, Paco Happy Pets, R5, Enooso, Afroricci, Coffeina, e molti altri.

Vantaggi: Stando ai calcoli della startup (un’analisi LCA preliminare che compara con un imballaggio single use in cartone 70% riciclato) al ventesimo utilizzo il packaging circolare Movo abbatte le emissioni di CO2 del 75%, i consumi di energia del 72% e quelli di acqua del 75%. Già al terzo utilizzo l’abbattimento di emissioni di CO2 e degli altri indicatori si aggira intorno al 50%.

Per approfondire: https://www.movopack.com/

Ozarka

Settore: food

Cosa: Ozarka offre i servizi RaaS (Reusables as a Service:B2B e B2C) e Zeddi (piattaforma per la consegna cibo). Zeddi, sede ad Amsterdam, offre servizi di food delivery con contenitori riutilizzabili. Zeddi collabora con ristoranti, caffè e società di catering locali in tutta l’Olanda. Funziona come la maggior parte delle piattaforme di consegna di cibo, ma senza il monouso: quando si ordina tramite Zeddi, il cibo viene messo in contenitori riutilizzabili. Una volta finito di consumare, i contenitori vuoti si possono lasciare in qualsiasi ristorante aderente all’iniziativa, organizzando un ritiro a domicilio o (a breve) lasciandoli nei i appositi contenitori ‘intelligenti’.

Il servizio RaaS (Reusables as a Service) di Ozarka fornisce a ristoranti, aziende di catering privati o aziendali, festival o eventi una fornitura regolare di contenitori puliti e riutilizzabili.

Dove: Paesi Bassi
Quando: dal 2021

Per approfondire: https://ozarka.biz/?lang=en

Pyxo

Settore: food

Cosa: Pyxo offrire un servizio (contenitori in affitto, piattaforme per la gestione del riutilizzo, sistemi di raccolta) che punta a rendere semplice ed economico l’impiego di contenitori alimentari riutilizzabili (e riciclabili a fine vita) su larga scala. Un ristorante può affittare un lotto di contenitori, PyxoBoxes, dotati di codici QR o chip di comunicazione a campo vicino (NFC) e affidare la pulizia a società specializzate. Dal lato del consumatore, si può ordinare cibo da asporto (in ristoranti partner), portarlo a casa in una PyxoBox e utilizzare un’app per trovare il punto di raccolta più vicino, che non deve essere necessariamente il ristorante in cui è stato originariamente acquistato il cibo.

Dove: Francia

Quanti: oltre 2000 punti vendita

Quando: dal 2018

Partner: McDonald’s, Sushi, Metro, Sodexo, Foodles, PopChef. L’azienda ha ricevuto investimenti da parte di Five Seasons Ventures ed Eurazeo

Per approfondire: https://pyxo.co/

Leggi anche: 8 buoni motivi per spingere sulla riduzione e il riuso degli imballaggi

reCircle

Settore: food
Cosa: contenitori riutilizzabili per take away, con cauzione. reCircle è un servizio in abbonamento rivolto a chi opera nella somministrazione di cibi e bevande che offre packaging riutilizzabile per il delivery di cibo e bevande con cauzione per il consumatore finale, o senza se è iscritto alla loro app.

Dove: Germania principalmente, ma anche Austria, Estonia, Francia, Irlanda, Regno Unito, Belgio, Paesi Bassi e Italia (solo Milano: reCircle italia)

Quando: dal 2015 (Milano dal 2016)

Quanti: solo in Svizzera coinvolti 1086 ristoranti

Per approfondire: https://www.recircle.eu/europa/

Recup e Rebowl

Settore: Food

Cosa: RECUP e REBOWL sono “il più grande sistema tedesco di imballaggi riutilizzabili per le aziende della ristorazione”. Per i consumatori i contenitori riutilizzabili per take away prevedono una cauzione di 1 (cup) o 5 euro (bowl). Una volta consegnato l’imballaggio vuoto in qualsiasi punto partner si ottiene indietro il deposito.

Dove: soprattutto Germania

Quando: 2016

Partner: Tra gli altri INTERGAST, un’associazione di oltre 40 grossisti alimentari di medie dimensioni provenienti da Germania, Austria, Svizzera, Belgio e Lussemburgo, e altre associazioni simili prettamente tedesche

Per approfondire: https://recup.de/en/

Returnity
Settore: ecommerce, spedizioni

Cosa: Borse e scatole durevoli, personalizzate e riutilizzabili, e i sistemi logistici che le supportano. Returnity fornisce i contenitori riutilizzabili e anche un sistema logistico integrato che include pulizia e manutenzione. La piattaforma “Returnity’s 3P Platform” supporta le aziende a fare la “scelta giusta” sotto l’aspetto operativo, economico e ambientale. La startup statunitense si avvale della partnership di Happy Returns, una rete di luoghi fisici che si occupa di spedire gli imballaggi resi – in contenitori riutilizzabili anch’essi – i ai suoi hub regionali dove vengono smistati e restituiti ai rivenditori.

Dove: Usa

Quando: dal 2016

Quanti: Negli Stati Uniti sono operativi oltre 700 punti di resa per i contenitori, con circa 15 mila imballaggi in circolo

Partner: Tra gli altri Zalando, Fedex, New Balance, Spar, Happy returns,, Arrive Outdoors, XRC, Hurr Collective

Per approfondire: https://returnity.co/#how-works-section

Reusam

Settore: beverage

Cosa: Tazze riutilizzabili e progettazione percorso di ritiro e riutilizzo

Dove: Valencia

Quando: dal 2023

Quanti: sul sito compaiono 5 cafè

Per approfondire: https://reusam.com/

RePack

Settore:e-commerce, packaging

Cosa: imballaggio riutilizzabile per spedizioni B2B ed e-commerce. Tre dimensioni: taglie S, M e L. Il venditore affitta gli imballaggi da RePack e li mette a disposizione dei propri clienti. Quelli che scelgono RePack potranno riconsegnarli in negozio o spedirlo all’hub RePack da qualsiasi parte del mondo senza costi. RePack si occupa della logistica inversa e della pulizia

Dove: Nasce a Helsinki ed è disponibile in Europa  e Nord America

Quando: dal 2011

Quanti: Oltre 200 compagnie

Partner:  Il valore di RePack è stato riconosciuto da soggetti come il World Economic Forum, il Nordic Environment Prize e il German Design Award.

Per approfondire:https://www.repack.com/

Leggi anche: Riuso vs riciclo, serve un quadro conoscitivo certo e condiviso

ReusePac

Settore: logistica, consumer

Cosa: ReusePac è un produttore di scatole riutilizzabili personalizzate al servizio delle aziende e del mercato consumer. I materiali impiegati sono 100% riciclabili, riciclati, biodegradabili, compostabili o di origine bio.

Dove: USA

Quando: dal 2018

Partner:  Settore Ricerca e Sviluppo dell’università della Florida

Vantaggi: Secondo l’azienda si risparmia dal 60% all’80% sui costi rispetto alle scatole tradizionali di cartone prodotte negli Stati Uniti. I prodotti, ancora secondo l’azienda, sono riutilizzabili fino a 100 volte.

Per approfondire: https://reusepac.com/

Re-Uz

Settore: food&beverage, eventi

Cosa: Pioniere nel mercato degli eventi, offre bicchieri, tazze, tazzine, piatti e contenitori riutilizzabili per il cibo. Coi suoi marchi storici, Ecocup e GreenCup, Re-uz offre da 15 anni la sostituzione delle tazze monouso con tazze riutilizzabili. A due brand citati si sono aggiunti Billie Cup , Kio Box , Beer Up System, Boxeaty, per “continuare a democratizzare il riuso”. Offre anche servizi logistici, di stoccaggio e di lavaggio.

Dove: Belgio, Francia, Olanda, Canada

Quando: dal 2009

Quanti: ogni anno sono 80.000.000 contenitori e bicchieri lavati con centri di lavaggio Re-Uz; 100.000 clienti che scelgono annualmente re- uz come ecopartner.

Per approfondire: https://re-uz.com/

 Leggi anche: Bacheca del riuso di Junker app: come funziona e chi la usa di più

Swap

Settore: food, eventi

Cosa: soluzioni per imballaggi riutilizzabili comeWashing as a Service”, Noleggio di imballaggi e Tecnologia di tracciabilità. La società offre tazze di caffè, stoviglie per eventi, contenitori per consegna cibo.

Dove: Olanda e Belgio

Quando: dal 2021

Partner: Vytal, Burgers Zoo, Peezem (torrefattore olandese), Freddy met Curry (servizio belga di catering sostenibile)

Vantaggi: L’azienda afferma che che sono stati risparmiati 75.000 imballaggi monouso

Per approfondire: https://www.swap-box.com/

Vytal

Settore: GDO, food

Cosa: I consumatori acquistano un prodotto in un contenitore riutilizzabile che va restituito entro 14 giorni presso punti vendita o altri luoghi di raccolta anche tramite reverse vending machine (RVM). Non solo contenitori nei formati classici per piatti pronti e prodotti di gastronomia ma anche contenitori adatti per l’asporto di pizze e sushi con ristoranti convenzionati. Una collaborazione con Gorillas, servizio consegna spesa a casa in bici, permette l’impiego dei contenitori riutilizzabili per alcune referenze vendute sfuse dal rivenditore nei negozi coinvolti.

Dove: Germania principalmente, ma anche Austria, Francia, Irlanda, Regno Unito, Belgio, Paesi Bassi

Quando: dal 2019

Quanti: 6500 partners di cui 6000 in Germania; in Austria, Germania e Francia conta 350.000 utilizzatori

Partner: tra i più noti Domino’s Pizza, KFC e Uber Eats, Gorilla, BCG, Lieferando.de (justeat tedesco), Rewe (seconda catena della GDO tedesca per fatturato)

Vantaggi: L’azienda stima oltre 5 milioni di confezioni monouso evitate

Per approfondire: https://en.vytal.org/

© Riproduzione riservata

spot_img

POTREBBE INTERESSARTI

Ultime notizie