domenica, Ottobre 25, 2020

OFFICINE FRIDA

Economia Circolare
Economia Circolare
Redazione EconomiaCircolare.com
[di Antonio Mercurio]
Nel cuore del sud Italia che vive mille difficoltà, Officine Frida è un grande esempio di come recuperare e ricreare: un laboratorio per la raccolta di scarti di tessuto


Sinossi

Officine Frida è una ditta individuale attiva nel settore tessile, nata inizialmente nel 2013 dall’idea di ecosostenibilità di Annamaria Basile come sartoria per poi nel 2015 diventare laboratorio per la raccolta di scarti di tessuto e trasformarli in capi di abbigliamento.
L’azienda ogni anno recupera circa 80 kg di scarto tessile che può essere della seta pregiata al comune cotone, maggiormente da aziende del sud come i divanifici del Materano per poi creare con originalità e utilità 70/80 capi e accessori di moda di alto livello.
Situata nel cuore dei sassi di Matera più precisamente nel Sasso Caveoso, Officine Frida ha ristrutturato un vecchio sasso e creato uno spazio dove poter respirare e toccare con con mano la cultura del recupero. Inserita nel contesto sociale materano, il laboratorio oltre a svolgere la propria attività crea eventi e workshop dove poter insegnare l’arte del cucito sia moderno che con tecniche antiche nel rispetto delle tradizioni dell’artigianato locale ma sopratutto Anna Maria per tutti a Matera conosciuta come Mariella insegna cosa vuol dire il recupero e l’ecosostenibiltà.

[ngg_images source=”galleries” container_ids=”9″ display_type=”photocrati-nextgen_basic_thumbnails” override_thumbnail_settings=”0″ thumbnail_width=”240″ thumbnail_height=”160″ thumbnail_crop=”1″ images_per_page=”20″ number_of_columns=”0″ ajax_pagination=”0″ show_all_in_lightbox=”0″ use_imagebrowser_effect=”0″ show_slideshow_link=”0″ slideshow_link_text=”[Mostra slideshow]

Scopri la piattaforma ICESP
- Advertisement -

Ultime notizie

Un’etichetta di riciclabilità (come quella energetica) può favorire la circolarità delle plastiche

Con il responsabile della piattaforma RecyClass, Paolo Glerean, analizziamo il meccanismo messo in piedi per favorire la produzione e l’utilizzo di imballaggi plastici di qualità elevata e dunque più adatti al riciclo

Cosa resterà dopo il Covid? La risposta è resiliente e circolare

All'edizione 2020 del World Circular Economy Forum, organizzata dal fondo finlandese Sitra, si è affrontato il tema del mondo dopo la pandemia. “Le partnership sono necessarie, non puoi fare le cose da solo"

Sant’Anna di Pisa e Area Science Park di Trieste insieme per la transizione ecologica

Due eccellenze del mondo della ricerca e dell’innovazione si uniscono per elaborare progetti congiunti e attività di supporto alle imprese, per diffondere i principi chiave dell’economia circolare

Biovitae, la lampada led contro il coronavirus

Secondo il promotore Silvano Falocco, la scoperta italiana "potrebbe modificare i protocolli di sicurezza nelle scuole". Dopo lo studio preliminare del Policlinico Militare Celio di Roma, ora si attende la pubblicazione su una rivista scientifica

Plastic Pact, anche gli Usa contro l’abuso della plastica

Il consorzio mette insieme oltre 60 realtà tra aziende, agenzie governative e ong. Con l'obiettivo di recuperare il gap con l'Europa attraverso la collaborazione di colossi come Coca Cola e L'Oreal